dal PiemonteEconomia & Lavoro

L’ISEE sta per scadere: dal 1° gennaio serve il rinnovo

A partire dal 1° marzo 2023 coloro che nel corso del periodo gennaio 2022 – febbraio 2023 abbiano presentato una domanda di Assegno unico e universale (AUU) per i figli a carico – accolta e in corso di validità – beneficeranno dell’erogazione d’ufficio della prestazione da parte dell’INPS (salvo il caso in cui siano intervenute delle variazioni che devono essere tempestivamente comunicate), senza dover presentare una nuova domanda.

Resta obbligatorio, invece, il rinnovo dell’ISEE, condizione per poter usufruire dell’importo completo dell’Assegno Unico Universale.

Infatti:

  • se l’ISEE viene presentato entro il 28 febbraio 2023 da marzo si usufruirà dell’importo completo;
  • se l’ISEE viene presentato entro il 30 giugno 2023 si percepirà inizialmente l’importo minimo ma appena si presenterà l’ISEE verranno corrisposti gli arretrati;
  • se l’ISEE viene presentato dopo il 30 giugno 2023 si percepirà l’importo minimo e dal mese successivo la data di presentazione dell’ISEE verrà corrisposto l’importo completo.
Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button