BRAHockeySPORT

L’hockey femminile braidese riparte… e subito si ferma?

BRA – «Con grandi difficoltà siamo ripartite con le gare vere nella speranza di poter continuare…» – scrivono dalla Lorenzoni, la storica società di hockey femminile di Bra. Purtroppo le disposizioni governative anti-coronavirus sembrano imporre la sospensione cautelare anche a queste attività agonistiche. Staremo e vedere.

Ieri agli impianti di Madonna dei Fiori si è intanto svolto il Concentramento del Round 2 di Coppa Italia. La Lorenzoni ha affrontato le  prime classificate dei rispettivi gironi del Round 1.

Grande era, però, l’apprensione della vigilia causa la situazione locale che, per via della quarantena imposta in molte scuole Superiori, vedeva l’organico della squadra di casa assottigliarsi di giorno in giorno e registrava per di più l’obbligata rinuncia del Raimbow di Genova alla partecipazione del Concentramento. A dar man forte alle locali accettava di scendere in campo, a sostituire Francesca Fabro, l’ex azzurra Valentina Quaranta, quest’anno operativa nella società del presidente Pino Calonico quale secondo allenatore a fianco di Gualtiero Berrino.

La prima gara era contro il Cus Torino in cui giocava in porta Sara Sorial, punto di forza fino allo scorso anno delle nero-turchesi di Bra. La porta di queste ultime era difesa dalla giovane Giada Mileto, con il nuovo acquisto Alina Fadieieva ancora indisponibile causa ritardo nelle pratiche di tesseramento. La partita si dimostrava piuttosto ostica per le nostre atlete e affrontata piuttosto timorosamente. Bra subiva lo svantaggio per poi rimontare con la doppietta di Lisa De Blasi, tra le più concrete e brillanti del gruppo insieme con la stessa Quaranta schierata sulla mediana.

Il secondo incontro della giornata registrava la nuova sconfitta del Cus Torino a opera delle Pisane di Martina Chirico

Il terzo incontro, dunque, tra le braidesi e le pisane serviva per determinare la classifica per il proseguo della competizione nazionale. La Lorenzoni scendeva in campo più decisa rispetto alla prima gara e sbloccava nel primo quarto il risultato con Lisa De Blasi. Che questa fosse in giornata lo dimostrava anche durante il secondo quarto realizzando, con differenti gesti tecnici, una ulteriore doppietta. Con la marcatura finale di Rebecca Piccolo all’esordio e di Aurora Micheli terminava per 5 a 1 la partita. Un risultato che dà coraggio a questo gruppo il cui ricambio generazionale è veramente imponente: basti pensare a Huertas, Galimberti, Davidenko,Vihanyailo solo per citare alcune delle più esperte che hanno lasciato il posto a giovani speranze. Ieri, tra queste si è registrato l’esordio di di Sabina Chiesa, apparsa per nulla intimidita, e di Erika Simondi.

Più difficile la ripartenza, invece, è stata per l’Under 14 Lorenzoni guidata da Massimo Anania. Sul campo di Moncalvo (At) si è presentata con pazienza e competenza una nuova “nidiata” di giovanissime del vivaio. Risultati ancora non positivi, ma chi vivrà, vedrà…

Sponsorizzato
Sponsorizzato

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Apri chat