GESTIONE DELL’ACQUA – Il pubblico in Italia non potrà mai funzionare

    54
    Il pubblico è una buona idea? Riguardo alla gestione della risorsa idrica. Il nostro lettore è scettico

    Una canzone di qualche tempo fa recitava, se ben ricordo, “tu non cambi mai, tu non cambi mai”, frase che ben si può adattare ai nostri politici. Appena vedono la possibilità di creare un carrozzone pubblico, nel quale sistemare parenti, amici, amici degli amici, subito ne approfittano così come è stato, in questi giorni in Provincia, per la prevista gestione dell’acqua. Siamo realistici, in Italia il pubblico, escludendo l’Alto Adige, non funziona, non può funzionare perché noi siamo fatti così, non siamo né la , né la Svezia. Basta guardarsi intorno, Alitalia, Anas, il grattacielo della Regione, le strade della Provincia e dei Comuni, le aziende municipalizzate, Verduno, il traforo del Tenda, le carte di identità elettroniche, la ricostruzione dei paesi terremotati, la giustizia, i furbetti del cartellino, gli abusi con “Legge 104” e chi più ne ha più ne metta. L’unica cosa che funziona sono i privilegi dei politici, le auto blu e le scorte per pavoneggiarsi.

    Forse sono troppo pessimista, vedremo dai fatti, vedremo se non vi saranno figli, nipoti o parenti di politici, sindaci o segretari di partiti in quella struttura.

    Gianni Carnevale, Bra