L’energia di Egea sostiene il campione di pallapugno Cristian Gatto

Riceviamo da Egea ufficio Comunicazione

e volentieri pubblichiamo.

Viaggia con l’energia pulita di Egea anche il giovane campione di pallapugno Cristian Gatto. Il vincitore dell’ultimo Campionato nazionale di Serie B, conquistato con la maglia dell’Albese, è stato infatti premiato con una bicicletta a pedalata assistita della linea firmata dalla multiutility.

A omaggiare il talentuoso battitore è stato il presidente della Pallonistica Albese Giulio Abbate, che si è affidato allo sprint e alla grinta dell’ebike Egea per ringraziare Gatto della splendida stagione disputata con la maglia albese, coronata appunto con la conquista del titolo cadetto e, soprattutto, per porgergli un “in bocca al lupo” pieno di energia, in vista del suo prossimo debutto in Serie A. Cristian, classe ’99, originario di Castellinaldo, è infatti passato alla Polisportiva Cortemilia, società con cui esordierà nella massima serie del balòn.

Ad accompagnare l’esordio di Cristian tra i “grandi” del pallone elastico ci saranno il papà Claudio, nel ruolo di direttore tecnico, e il fratello Federico, che giocherà come terzino. Entrambi hanno partecipato alla premiazione che si è svolta nella sede centrale di Egea, ad Alba, alla presenza dell’amministratore delegato del Gruppo, PierPaolo Carini, del direttore rapporti con il territorio Sebastiano Contegiacomo e delresponsabile commerciale area retail Alessandro Pasquero.

Anche il Gruppo Egea, da sempre vicino alle “buone energie” del territorio, augura i migliori successi a Cristian Gatto, alla sua nuova squadra, a quella passata e, più in generale, a tutte le realtà che, promuovendo la pratica della pallapugno anche tra le nuove generazioni, contribuiscono in maniera significativa a salvaguardare uno dei patrimoni della cultura piemontese.

FOCUS

GUARDIAMOCI INTORNO

Strada Ca’ del Bosco e quel cantiere che langue a Bra

Un lettore: Non so se faccio bene a rivolgermi al “Corriere” o dovrei scrivere a “Chi l’ha visto?” per ritrovare gli operai che ormai da un mese hanno smesso di lavorare in strad...

È vero che nessuno lo vuole, ma non vada a ramengo

Un lettore: Almeno tenete chiuse le finestre di questo palazzotto di proprietà del Comune in via Vittorio Emanuele II, pieno di centro di Bra… E’ vero che hanno provato a venderl...

Quelle caditoie infossate dopo le riasfaltature

Un lettore: E’ possibile, quando si riasfalta una strada, provvedere a sollevare il livello dei tombini di raccolta delle acque piovane? Se non lo si fa (vedasi per esempio via Cr...