LANGHEROEROAttualità

Leggere ovunque: al via il progetto di biblioteca diffusa in Langa e Roero

Un circuito innovativo che ha per protagoniste la lettura, le Langhe e il Roero, proponendosi di incrementare l’offerta culturale a partire dai paesi sotto i 3.000 abitanti, allargando la presenza delle biblioteche civiche oltre i confini degli spazi dove tradizionalmente esse rendono il proprio servizio. È questo, in sintesi, il senso del progetto promosso dall’associazione Associ&Rete (collettivo di professionisti operanti nel settore del nonprofit, fondato nel 2017) e denominato “Leggere Ovunque”, che grazie all’installazione di 25 casette per il bookcrossing consentirà di apprezzare un buon libro mentre si ammira un paesaggio, una vecchia chiesa, una vigna. Le biblioteche in rete si aprono così al dialogo con il territorio, per raggiungere fasce di potenziali lettori che non le utilizzano o non le conoscono (in particolare, le famiglie con bambini) e per promuovere momenti di partecipazione e di confronto culturale, in luoghi abitualmente frequentati. La rete è in costante aggiornamento, con la possibilità per altre biblioteche, Comuni e associazioni di aderire anche in fasi successive.

 

Grazie all’App tabUi, partner del progetto, il circuito delle casette di bookcrossing viene geolocalizzato in una mappa virtuale arricchita dalla realtà aumentata, offrendo un nuovo strumento per occasioni di svago, per grandi e piccini, coinvolgendo anche i turisti presenti sul territorio. Le casette, infatti, si configurano come luoghi di incontro dei cittadini per la presentazione di libri, per lo sviluppo di laboratori di lettura per bambini o anche soltanto per la lettura libera.

A fornire un’ulteriore valenza sociale al progetto è il fatto che queste prime 25 casette sono state realizzate dalla falegnameria sociale SocialWood del Carcere di Alessandria, per essere poi donate ai Comuni, alle biblioteche e alle associazioni del territorio che si sono impegnati ad “adottarle” per il loro mantenimento nel tempo, attraverso il controllo della presenza dei libri, il rinnovo del materiale e la promozione di eventi di lettura diffusa.

Per promuovere l’iniziativa – resa possibile dal contributo di Fondazione CRC e Fondazione CRT, anche grazie alla donazione di libri da parte dell’agenzia editoriale Book on a Tree e delle librerie albesi Milton, San Paolo e L’Incontro – saranno sei gli appuntamenti sul territorio, con la presentazione di altrettante casette in sei luoghi disseminati tra Langhe e Roero, che verranno valorizzati dallo spettacolo “Merlino e la Dama del Lago” (curato dall’Agenzia Cru), sceneggiato e diretto da Aragorn Molinar con la partecipazione di Giulia Cammarota e Fiammetta Lari. Si comincia il 4 luglio a Camo, alle 17.30, negli spazi del suggestivo Museo a cielo aperto della frazione di Santo Stefano Belbo. Nel mese di luglio, gli appuntamenti successivi sono fissati per l’11 luglio, a Vezza d’Alba, e il 25 luglio a Bergolo.

Ultima fase del progetto, in autunno, il Design Thinking For Libraries: “Leggere Ovunque” intende, inoltre, diffondere la cultura della progettazione in rete e stimolare il ripensamento delle attività di public engagement dei soggetti partner. Attraverso il supporto del collettivo di Associ&rete, è previsto infatti il ripensamento di alcuni spazi e servizi sperimentali nelle biblioteche e con i Comuni e le associazioni che aderiscono al progetto. L’obiettivo è quello di offrire ai cittadini servizi di qualità modellati sui loro bisogni e progettati mediante processi di partecipazione e ascolto. La biblioteca diffusa all’aria aperta è sempre in espansione, grazie alla collaborazione delle Amministrazioni comunali e delle biblioteche locali del territorio.

Per maggiori informazioni, consultare il sito web: www.leggereovunque.it.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button