dal PiemonteAttualità

Legambiente, Piemonte ‘maglia nera’ inquinamento

TORINO – Il Piemonte continua ad essere uno dei territori più inquinati, la situazione non migliora e Torino, con 25 sforamenti del Pm10 in gennaio su 31 giorni, continua ad essere nella top ten delle città maglia nera.

Urgono politiche nette in linea con i nuovi valori limite Oms che chiedono riduzioni del Pm10 del 51%, del Pm2,5 del 75% e gli ossidi di azoto NO2 del 73%.

È il messaggio lanciato oggi dall’ incontro di Legambiente Piemonte e Valle D’Aosta a Torino, ‘Muoviamoci bene’, che conclude il percorso italiano del progetto europeo Clean Cities Campaign per la transizione delle città verso Zero Emission. Ultima tappa sarà la pedalata collettiva di sabato per una città 30 km/h.
“Realizzeremo nuove pedonalizzazioni e scuole car-free, stiamo lavorando per riportare il trasporto pubblico su ferro, ripristinare la linea 18 e portare la linea 25 fino a Grugliasco”, ha detto l’assessore alla Mobilità del Comune di Torino, Chiara Foglietta. Tra gli interventi anche quello di Aldo Leonardi, responsabile Emissioni della Regione Piemonte che ha definito la “situazione critica e non drammatica” e ricordato i grandi interventi green legati al Pnnr, e di Bruno Dalla Chiara, del Politecnico di Torino. “A fronte del positivo incremento dell’uso della bici e di auto elettriche – ha detto il docente – occorre occuparsi di problemi quali l’aumento di ciclisti vittime di incidenti stradali e la necessità di più colonnine per la ricarica. Uno dei 4 piani del futuro parcheggio sotterraneo del Politecnico sarà proprio dedicato alla ricarica ‘lenta’”. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button