LANGHEALTA LANGARodelloAttualità

Legambiente braidese adotta “Il giardino dei bosco” a Rodello

Per prenderci cura dell’ambiente e del nostro Pianeta, serve l’impegno di tutti ed ogni piccolo gesto in questa direzione, può fare la differenza. Queste le ragioni alla basedell’iniziativa “Buone Pratiche per il Futuro. Valorizzazione di idee ed esperienze coraggiose e virtuose” che hanno portato l’associazione ambientalista Legambiente Braidese ad adottare “Il Giardino dei Bosco (e di altri animali liberi) e il Giardino di strada”, una buona pratica realizzata nel comune di Rodello 

Uno spazio verde “urbano”, nato dal desiderio delle signore Enrica e Ornella Bosco, di recuperare e restituire dignità e salute ad un piccolo appezzamento di terra, precedentemente sottoposto al degrado e all’abbandono, sottraendolo all’asfalto e alla cementificazione. “È globalmente riconosciuto come promuovere la salute dell’ambiente equivalga a promuovere la salute degli uomini” dichiara Enrica Bosco “e verso questo aspetto sento una forte responsabilità a livello sia personale sia professionale. Credo anche fermamente nell’importanza del contributo dei singoli — di ognuno di noi, entro le possibilità di ciascuno — per la costruzione di un futuro sostenibile, e nel significato di azioni concrete come la redenzione di una pur piccola parte di suolo dalla impermeabilizzazione, al fine di porre un freno alla predominante ‘cultura del grigio’ e in un’ottica di condivisione dei propri spazi, estesa alle specie animali e vegetali spesso emarginate o minacciate dall’antropizzazione prevalente del territorio”.  

“Il Giardino dei Bosco” è inserito nell’elenco dei “Luoghi del Cuore” del FAI e offre anche riparo ad alcuni esponenti di una Colonia felina già insediata nei dintorni, riconosciuta dal Comune di Rodello e gestita con il supporto di Amici di Zampa Onlus, in accordo con il Servizio Veterinario dell’ASL CN2. Un esempio di come ogni cittadino possa concretamente adoperarsi per tutelare l’ambiente, restituire bellezza al territorio ed al contempo porre in essere buone pratiche per costruire futuro più giusto e sostenibile.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button