More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    “Legalità, ci piace” Confcommercio promuove la cultura della legalità

    spot_imgspot_img

    Mercoledì 29 maggio 2024 è tornato “Legalità, ci piace”, l’annuale giornata della legalità di Confcommercio dedicata alla promozione della cultura della legalità. L’appuntamento, che è giunto quest’anno alla sua undicesima edizione, ha previsto come di consueto lo svolgimento dell’evento principale a Roma e la contemporanea realizzazione di iniziative sui territori.

    La delegazione di Cuneo, tramite video conferenza, alle ore 10:00 ha ascoltato l’intervento di apertura in streaming da Roma del Presidente Carlo Sangalli cui è seguita la presentazione dei risultati dell’indagine 2024 su “La sicurezza del territorio e sui canali digitali”.

    La ricerca di quest’anno ha voluto fornire un focus su reati predatori e criminalità informatica; l’analisi dei dati raccolti consentirà di valutare la consistenza dei fenomeni criminali che interessano il nostro territorio e le Vostre Imprese nonché gli strumenti messi in campo per contrastarli. Questa particolare tematica è stata rappresentata, nell’occasione, dal Dott. Giovanni Cuciti – Vice Questore Vicario di Milano.

    Un estratto dell’intervento del Presidente Carlo Sangalli

    Uno degli aspetti simbolicamente più efficaci della Giornata della Legalità di Confcommercio, da sempre, è stato proprio l’intervento al nostro fianco, a livello nazionale e locale, di istituzioni e forze dell’ordine. Senza questa preziosa “alleanza”, la Giornata della Legalità rischierebbe di rimanere solo una bella iniziativa. Invece, grazie all’alleanza con istituzioni, terzo settore e forze dell’ordine, questo momento corale diventa l’occasione di un impegno collettivo.

    Dopo tanti anni di “Legalità ci piace” possiamo dire con sempre maggior convinzione – e penso di interpretare anche le cose che ha detto la nostra Vice Presidente Patrizia Di Dio – che “legalità e sicurezza non sono mai un tema individuale”. Legalità e sicurezza sono per eccellenza un’istanza collettiva: un tema dove si misura la tenuta delle comunità e che non trovano mai soluzioni efficaci nelle solitudini.

    Proprio questa Giornata di Confcommercio è fatta quindi per respingere la solitudine degli imprenditori di fronte a fenomeni che talvolta sembrano sempre più grandi di loro, ma che li coinvolgono fin nel più piccolo aspetto della loro esistenza.

     

    Quest’anno ci siamo dedicati, come potete vedere dai dati, prevalentemente a due grandi tipologie di reato.

    Da una parte mi riferisco a reati come usura, estorsioni, rapine, reati violenti, che gli imprenditori subiscono e temono apertamente, anche se in alcuni casi faticano per paura nel denunciare.

    Dall’altra parte, ci sono invece i reati come contraffazione e abusivismo, che potremmo definire “bianchi” perché hanno un percepito di minor violenza e sono veicolati in modo più o meno consapevole dalle stesse scelte dei consumatori.

    Tutti i reati, nessuno escluso, alimentano l’insicurezza e deteriorano il nostro vivere insieme.

    Esiste, tuttavia, una grande arma che contrasta tutti questi reati, nessuno escluso. L’arma è investire nella cultura della legalità.

    Non si è mai troppo piccoli per imparare la legalità. Nessun gesto è troppo piccolo per non contare. Nessuna scelta è troppo piccola per non avere delle conseguenze.

    Tutti insieme ci battiamo per dire che la “Legalità Ci Piace!”, ma soprattutto ci piace l’idea che possa diventare sempre più una battaglia comune, che attraversa i territori, i settori, il tempo, le generazioni, la Confcommercio in tutte le sue manifestazioni.”

    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio