More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Le etichette del vino sono un dato sensibile: vanno smaltite con un riciclo sicuro ed ecologico

    spot_imgspot_img

    Non poteva che partire dalle Langhe e dal Roero, il rivoluzionario metodo di raccolta, smaltimento e riciclo delle etichette del vino nella loro composizione completa, ossia carta – che i consumatori vedono sulla bottiglia – e silicone, che serve per attaccare la fascetta al vetro e che, prima d’ora,  era impossibile riutilizzare.

    “Con entusiasmo abbiamo accettato l’invito a partecipare all’innovativo progetto dell’associazione L’Anello Forte che sostiene un’iniziativa rispettosa dell’ambiente. Inoltre essendo la nostra una “azienda in rosa” attenta al mondo femminile, consideriamo un valore aggiunto il fatto che l’iniziativa sia partita da un gruppo di donne che guarda con entusiasmo e concretezza alle sfide del futuro, rappresentando quel mondo fatto di molti sacrifici e grandi soddisfazioni che hanno reso le Langhe ed il Roero patrimonio dell’Unesco”.

    Con queste parole Sonia Piumatti – amministratrice Gruppo Piumatti – Bra Servizi, con responsabilità nei settori acquisti, marketing e ge­stione generale – spiega la partecipazione come partner tecnico dell’iniziativa per la raccolta, il conferimento e il trasporto dei materiali per attuare il riciclo dei liner, ossia il supporto siliconato delle etichette autoadesive. Il tutto attraverso un processo innovativo di recupero finalizzato alla reimmissione sul mercato della carta riciclata e delle componenti siliconate.

    “Il progetto – prosegue l’ad Piumatti – verrà sviluppato nei prossimi mesi e sarà in continua evoluzione, al fine di raggiungere risultati ottimali. Il rifiuto, come la materia prima, cambia continuamente, seguendo l’andamento dei mercati e le nuove tecnologiche, per cui lavoro ed obiettivi sono sempre in divenire. L’importante è aver dato il via a questo percorso di sostenibilità utile per le aziende e per l’ambiente, destinato a migliorare grazie a nuove strategie e valutazioni adeguate nel tempo, per cogliere e soddisfare la sensibilità sempre più green di imprenditori e consumatori”.

    Il supporto in silicone dell’etichetta è considerato un “rifiuto speciale”, per questo non può essere smaltito con la carta comune e solitamente è destinato alla discarica o alla termovalorizzazione.

    “Il riciclo è fortemente legato ad un’economia circolare, all’attenzione all’ambiente e alle persone – conclude l’ad Sonia Piumatti – e questi sono proprio i cardini sui quali si basa la filosofia di impresa del Gruppo Piumatti – Bra Servizi. Anche le nuove direttive europee sono indirizzate in questo senso e il nostro obiettivo è di accelerare i tempi per farci cogliere preparati. Insieme all’associazione L’Anello Forte stiamo costruendo un progetto pilota che, ne sono certa, avrà molti sviluppi positivi. Non dimentichiamo che le etichette dei vini sono documenti importanti per l’economia legata alla viticoltura, rappresentano dati sensibili di aziende note in tutto il mondo per le loro eccellenze e quindi vanno tutelate attraverso un ciclo di smaltimento sicuro, completo e non inquinante”.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio