More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Lavori di ricostruzione e messa in sicurezza dell’alveo del Po tra Saluzzo e Revello (località Felicina)

    spot_imgspot_img

    Con decreto del presidente Luca Robaldo la Provincia dà il via libera al progetto di fattibilità tecnica e economica per lavori di ricostruzione della soglia di fondo al ponte sul fiume Po lungo la strada provinciale 26 in località Felicina nei comuni di Saluzzo e Revello. L’intervento rientra tra quelli per la gestione del rischio alluvionale e la riduzione del rischio idrogeologico. Il progetto, affidato allo studio Edes Ingegneri Associati di Torino, punta a ripristinare la sicurezza dell’attraversamento provinciale tramite il consolidamento del fondo alveo e prevede la realizzazione di una soglia in massi naturali di cava cementati in prossimità delle pile del ponte.

    Nel dettaglio la soglia, larga circa 70 metri, è costituita da una platea in massi cementati, la cui quota di sommità coincide con quella del fondo alveo attuale. La pendenza della soglia segue la livelletta del fondo alveo per una lunghezza 20 metri: la soglia è costituita da massi completamente cementati per uno spessore di 1,50 metri. Nella parte sommitale (circa 50 cm) invece si alternano porzioni in cui sono presenti ghiaia e massi di grosse dimensioni parzialmente cementati che costituiscono un vincolo allo scorrimento del materiale più fine. Tale conformazione consente il mantenimento della naturalità dell’alveo anche in corrispondenza della soglia in progetto, per rendere l’opera compatibile con l’ambiente circostante, in termini di continuità ecologica, habitat naturale, impatto visivo e ambientale.

    A valle della platea in massi cementati si prevede la realizzazione di una protezione in massi naturali vincolati per circa 5 metri con funi in acciaio inox, così da collegare con un’opera relativamente “elastica” la porzione rigida costituita dalla soglia con l’alveo naturale, al fine di evitare fenomeni di erosione localizzati tipicamente riscontrabili a valle delle soglie.

    Il progetto, per una somma totale di 500.000 di cui 354.440 euro per lavori a base di gara e 145.560 euro per somme a disposizione dell’amministrazione, è finanziato con Pnrr Missione 2 Componente 4 – Investimento 2.1b “Misure per la gestione del rischio di alluvione e per la riduzione del rischio idrogeologico”.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio