Ciclismodal PiemonteSPORT

Langhe e Roero saranno toccate dal Tour de France 2024

Ottavio Bottecchia, Gino Bartali, Fausto Coppi, Gastone Nencini, Felice Gimondi, Marco Pantani, Vincenzo Nibali. Con questi campioni per sette volte la Maglia Gialla ha parlato italiano, ma mai, nella sua storia, il Tour de France era partito dall’Italia come avverrà nel 2024, a 100 anni dalla vittoria di Bottecchia. Dopo la partenza il 29 giugno da Firenze, il primo luglio il Tour arriverà anche a Torino, attraversando le terre Patrimonio Unesco e di Coppi, col traguardo di Tortona dedicato proprio al suo campionissimo.
La tappa piemontese è stata presentata ufficialmente oggi a Torino, dal presidente della Regione, Alberto Cirio, dal sindaco, Stefano Lo Russo, e dal direttore generale del Tour de France, Christian Prudhomme. In sala, fra gli altri, Faustino Coppi e Davide Cassani, l’ex Ct della nazionale che ha lavorato fin dall’inizio per avere in Italia la partenza della corsa in giallo e che ha sottolineato come il ciclismo sia una disciplina «unica perché è uno sport individuale in cui la squadra è fondamentale. E io sono orgoglioso di far parte di questa squadra vincente, perché ognuno è riuscito a fare la sua parte per portare qui questo grande evento»

Saranno due le tappe che avranno come scenario le nostre terre. In particolare la terza messa a calendario per l’inizio di luglio scatterà da Piacenza per poi entrare in Piemonte dal Tortonese, percorrere le strade di Monferrato, Langhe e Roero, con passaggio a Neive, Barbaresco, Alba, Piobesi, Corneliano, Sommariva Perno e Ceresole d’Alba e arrivare a Torino. La quarta tappa partirà da Pinerolo per tornare in Francia.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button