Il langarolo Adami confermato ai vertici nazionali di Onaf

Pier Carlo Adami, sindaco di Paroldo, è stato confermato presidente nazionale dell’Onaf per il prossimo quadriennio. La nomina è avvenuta nel Consiglio nazionale (eletto lo scorso mese di giugno a Grinzane Cavour) che si è tenuto sabato 28 luglio nella Capitale. L’organizzazione degli assaggiatori di formaggio, che si avvia con entusasmo verso il trentennale della fondazione, ha provveduto inoltre a formare il nuovo comitato esecutivo. Ne fanno parte Maria Sarnataro di Salerno, Beppe Casolo di Milano e Giacomo Toscani di Parma (i tre vicepresidenti riconfermati), Elio Ragazzoni di Racconigi, Andrea Magi di Siena, Armando Gambera della Morra d’Alba, Gianpaolo Gaiarin di Trento e Domenico Villani di Roma

«Siamo pronti a riscrivere la nostra storia – afferma il presidente Adami – abbiamo imparato a ragionare per obiettivi e ci aspetta un quadriennio di progetti incisivi che premierà la grande professionalità acquisita sul campo. L’ingresso nel consiglio direttivo  di forze nuove non potrà che consolidare la stima e la credibiltà di un popolo di assaggiatori che, al servizio della realtà casearia nazionale, sa ora muoversi con invidiabile sicurezza ed estrema correttezza. Sarebbe facile fossilizzarci sui risultati raggiunti, ma non capiterà. Il futuro ci vedrà impegnati in nuove sfide che coinvolgeranno in prima persona gli assaggiatori alla ricerca di una operatività che segni e garantisca il gusto del formaggio come protagonista reale dei prodotti di eccellenza certificata».

La difesa della qualità dei formaggi è oramai divenuta uno degli scopi essenziali dell’associazione che si muove sul territorio italiano con una rete di degustatori sempre più preparati e consci della responsabilità che l’accoglienza di consumatori e produttori ha confermato.

Saranno consolidate le collaborazioni con le Università ed il mondo della scienza, arriverà un nuovo livello, il terzo, di preparazione professionale, i rapporti con i Consorzi di Tutela si faranno più stretti.

Al Salone del Gusto di Torino il prossimo direttivo Onaf, definirà con maggiore precisione programmi e piani di lavoro volti ad una crescita che ogni membro della associzione immagina esponenziale.

X