More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Laghi e funivie finalmente parte integrante dei trasporti europei

    spot_imgspot_img

    «Laghi e funivie finalmente vengono considerati parte integrante della strategia dei trasporti europei». Esprime soddisfazione Alessandro Panza (nella foto), europarlamentare del Gruppo Lega – Identità e Demo- crazia e responsabile per le politiche delle aree montane della Lega, relatore del parere sulla Proposta di revisione del regolamento per lo sviluppo della Rete Ten-T approvata dalla Commissione per lo Sviluppo Regionale (Regi) del Parlamento europeo.

    Ci spiega l’importanza di questa modifica sulle reti di trasporto transeuropee?

    «La revisione delle reti Ten-T è necessaria per adeguare il testo ai nuovi obiettivi dell’Unione europea, anche per quanto riguarda la lotta ai cambiamenti climatici, fonda- mentale per collegare meglio i territori, realizzando i collegamenti mancanti ed eliminando le strozzature residue che generano congestione». E’ una tematica che vi sta molto a cuore?

    «Per la Lega è essenziale migliorare l’efficienza, l’uso e l’interoperabilità dei modi di trasporto e le relative infrastrutture a livello europeo, interregionale e locale, a cominciare da un maggiore coinvolgimento delle regioni periferiche, rurali, remote, montane e insulari, al fine di garantire una efficace accessibilità, inclusività e sostenibilità dei servizi per tutti i cittadini, senza distinzioni».

    Cosa prevede nello specifico la vostra proposta?

    «Nella nostra proposta, che passerà ora al vaglio della Commissione Trasporti, viene posta particolare attenzione per l’interconnessione tra regioni frontaliere e il pendolarismo transfrontaliero, la valorizzazione di corridoi come Sempione e Brennero, lo sviluppo del trasporto lacustre, fluviale e via fune, in risposta alle esigenze dei territori».

    Si tratta di un passo importante per valorizzare le aree montane?

    «Aver sottolineato nel testo il concetto di trasporto lacustre e via fune rimarca l’impegno per il territorio e per le zone montane, passaggio che sarà importante per lo sviluppo del trasporto locale».

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio