dal PiemonteAttualità

La toscana Barbara Nappini eletta alla guida di Slow Food Italia

Si è concluso a Genova il 10° congresso nazionale di Slow Food, l’associazione fondata dal braidese Carlo Petrini, che ha per la prima volta ha eletto una donna alla presidenza. E’ la toscana Barbara Nappini già alla guida di “Il grano e le rose”, sodalizio di Arezzo impegnato nella promozione di attività promozionali di uno stile di vita sostenibile e responsabile. 

All’assise erano 750 i delegati, molti collegati in teleconferenza.

Il nuovo direttivo si compone di Roberta Roberta Billitteri, siciliana produttrice e presidente dell’associazione dei Produttori del Presidio del fagiolo badda di Polizzi Generosa; il campano Giacomo Miola, presidente di Metafarm Social Food Lab, organizzazione culturale che si occupa della valorizzazione del patrimonio gastronomico e della comunità locale; il lombardo Raoul Tiraboschi, avvocato civilista impegnato nell’inserimento di persone in svantaggio sociale nella produzione e commercializzazione di verdura biologica; l’umbro Federico Varazi, coordinatore di un gruppo di ricerca della Sezione di storia delle Geoscienze della Società Geologica Italiana e altri progetti di divulgazione scientifica. Resteranno tutti in carica 4 anni.

Hanno dichiarato i neo eletti: «Il nostro è prima di tutto un gruppo di lavoro che farà dell’unione, del senso di appartenenza, dell’essere comunità la propria forza. Non abbiamo uno slogan e abbiamo scelto di mettere i nostri valori a garanzia del nostro impegno. Valori come equità, giustizia sociale e diritti degli ultimi, difesa dei beni comuni. Sappiamo che non possiamo rimanere soli, al contrario dovremo stabilire relazioni, costruire ponti, creare partecipazione per essere pronti ad affrontare le sfide attuali».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button