ROERO OVESTCeresole d'AlbaROERODal Comune

La Tari cambia le sue regole: “Ma non vedrà aumenti” a Ceresole

Recepito regolamento consortile, fatturazioni e sconti-incentivi restano al Municipio

Non hanno da attendere (brutte) sorprese i contribuenti di Ceresole d’Alba, dalla modifica del regolamento della tassa rifiuti. Vi ha provveduto nella più recente seduta il Consiglio comunale, ma – spiega il sindaco Franco Olocco – «si tratta di un adeguamento a livello di Consorzio Coabser, che recepisce le indicazioni Arera», l’autorità di settore nazionale. «Per noi a livello operativo non cambia nulla, la tariffazione resta in capo al Municipio» – assicura ancora Olocco. Anche in questo nuovo anno la tassa, il contributo a copertura del servizio di raccolta e smaltimento, non dovrebbe aumentare. Questo grazie inoltre alle migliorate performance della differenziata, dopo l’introduzione l’anno scorso del porta-a-porta anche dell’organico. Gli ultimi dati diffusi da Legambiente (ancora relativi al 2021) danno Ceresole all’83,02% di scarti risparmiati alla discarica, una crescita di oltre il 5% rispetto al 2020. Il residuo secco in chilogrammi pro-capite per abitante è 95,60 di media l’anno. Per questo agli inizi, l’Amministrazione ha già confermato la riduzione del 12% per chi pratica il compostaggio domestico.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button