DoglianiLANGHELANGA DI DOGLIANIAttualità

La storia di una famiglia doglianese che ha vissuto la Shoah raccontata nel Giorno della Memoria

DOGLIANIIl Comune di Dogliani in occasione del Giorno della Memoria ha scelto di raccontare attraverso la propria pagina Facebook e Instagram un frammento di microstoria locale, fino ad oggi poco noto, legato ad una famiglia con radici doglianesi che ha vissuto la tragedia della Shoah.

Molti, forse troppi, sono abituati a pensare alle persecuzioni razziali perpetrate dal nazifascismo e culminate nell’Olocausto come a fatti storici distanti da noi, che non hanno riguardato le realtà dei Comuni di Langa in cui viviamo.
La narrazione storica però, non è solo una sequenza di eventi lontani e racchiusi nei libri, ma ci interpella portando alla luce anche vicende dagli inediti risvolti umani, che ci toccano da vicino. Infatti anche nelle nostre zone si sono verificati episodi di persecuzioni razziali e deportazioni, così come, fortunatamente, straordinarie esperienze di solidarietà e coraggio.
Grazie alla testimonianza di prima mano e all’archivio personale della famiglia di Lucio Levi, docente universitario torinese con radici a Dogliani, e ai documenti ricavati dal ricchissimo archivio online dello Yad Vashem di Gerusalemme (Centro mondiale per la Memoria della Shoah) e dal sito del Centro Documentazione Ebraica di Milano, è stato possibile documentare le vicende della famiglia di Dario Levi.
Dopo l’armistizio dell’8 settembre del 1943, la famiglia di Dario Levi fuggì da Torino per trovare rifugio a Dogliani, in una cascina di famiglia. Qui tutti i quattro componenti verranno salvati dal coraggio di Sabino Cagnassi di Cissone, che a rischio della vita nascose e protesse la famiglia Levi dalle truppe tedesche. Questo atto eroico gli valse nel 2015 il riconoscimento di Giusto tra le Nazioni.
Non ebbero lo stesso fortunato destino due parenti di Dario Levi, Franco e Oreste Ezechiele che, nati a Dogliani, furono arrestati, il primo a Torino e il secondo nei pressi di Novara nel 1944, e deportati nel campo di sterminio di Auschwitz. Tutti e due non sono sopravvissuti alla Shoah.
L’articolo completo si può leggere al seguente link: https://doglianiturismo.com/giorno-della-memoria/

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button