ALBAAttualità

La solidarietà della Caritas albese e Gusto italiano in favore dei profughi ucraini

ALBA – È trascorso quasi un mese dall’arrivo ad Alba dei primi profughi ucraini provenienti dalla Polonia con un volo umanitario organizzato da Caritas italiana e Open Arms. Contemporaneamente si è accesa una grande gara di solidarietà: mamme e bambini sono stati accolti da alcune parrocchie e famiglie della Diocesi albese e si stanno pian piano integrando nelle piccole Comunità ospitanti. Tutti si sono prodigati, dai commercianti alle famiglie che frequentano le parrocchie ognuno aiutando come può.

Il sostegno quotidiano di Caritas continua: i bambini sono stati inseriti nelle scuole del territorio, le donne seguono un corso di lingua italiana due volte alla settimana presso la scuola CPIA di Alba, accompagnate da un volontario con il pulmino messo a disposizione sempre dalla Caritas diocesana. Inoltre, l’Emporio solidale Madre Teresa di Calcutta, ha attivato le tessere per la spesa alimentare dei nuclei familiari ucraini.

Grazie alle generose donazioni ricevute dai parrocchiani della Diocesi, l’Ufficio Caritas di Alba ha inviato a Caritas Ucraina, attraverso Caritas italiana, un primo contributo economico di oltre 35.000 euro.

Desideriamo pubblicizzare un’altra iniziativa solidale che partirà in questi giorni: il ristorante / pizzeria / self service GUSTO ITALIANO nel Centro Commerciale GALLERIE BIG di Alba devolverà una parte degli incassi del PRANZO alla Caritas per il sostegno delle attività legate all’emergenza Ucraina. Grazie a Stefano e Marina per questo bell’esempio di Carità.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button