dal PiemonteAttualità

La rigenerazione al centro di Terra Madre Salone del Gusto inaugurato oggi a Torino

Inaugurata questa mattina la 14esima edizione della manifestazione, dedicata al cibo buono, pulito e giusto e a chi lo produce. Sarà un evento gratuito e aperto a tutti. “Vedremo produttori di cibo da tutte le parti del mondo e metteremo al centro della scena quella piccola e media produzione alimentare che tutt oggi produce più della metà del cibo sul pianeta e che, nonostante questo, viene chiamata ancora alternativa.

La kermesse quest’anno debutta nella nuova sede, un ex area industriale in periferia, a Borgo Dora. Sono attesi 3.000 delegati da tutto il mondo della rete delle Comunità del Cibo di Terra Madre, creata dal fondatore di Slow Food Carlo Petrini.

È la rigenerazione il tema dell’edizione 2022 di Terra Madre Salone del Gusto 2022. Tema decisivo nel mondo post pandemia, fra i cambiamenti climatici e le emergenze sociali e politiche di questo periodo così delicato a livello internazionale.

È possibile avviare un processo di rigenerazione? Questa la grande sfida dell’evento: rigenerare i terreni, impoveriti da monocolture o da prodotti chimici, rigenerare la montagna, con l’allevamento e il pascolo, rigenerare l’uomo e il cibo che mangiamo. Un bel messaggio di rinnovamento radicale per una reale transizione agroecologica, che – secondo Slow Food – può e deve partire dal cibo migliorando le pratiche agricole, i sistemi di produzione e distribuzione, le abitudini di consumo.

Alla conferenza inaugurale sono intervenuti anche il Commissario europeo per gli affari economici e monetari, il presidente della Regione Piemonte e il sindaco di Torino. Il primo ha sottolineato che, dopo quindici anni di progressi verso il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile, nell’ultimo triennio abbiamo assistito a dei passi indietro, aggiungendo che tornare sui propri passi non può essere una soluzione e che il futuro va costruito non soltanto con l’obiettivo di salvare il pianeta, ma anche di vivere meglio. Il presidente della Regione Piemonte ha ribadito che Terra Madre è un fenomeno culturale che celebra il cibo e il legame inscindibile tra prodotti e territorio e che l’uomo ha il dovere di valorizzarlo e di difenderlo. Per il sindaco di Torino, Terra Madre è l’occasione per comprendere che siamo ospiti, e non padroni, di questo pianeta, e chela risposta alla sfida ambientale passa attraverso il cambiamento dei comportamenti quotidiani di ciascuno.

 

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com