dal PiemonteAttualità

La Regione Piemonte modifica le norme per la fusione tra Comuni

Licenziato a maggioranza, dalla Commissione Autonomia presieduta da Domenico Ravetti, il Ddl su “Iniziativa popolare e degli Enti locali e referendum abrogativo e consultivo”, che riscrive le norme per la fusione dei Comuni. Con un emendamento, ha spiegato l’assessore Fabio Carosso, si prescrive che il procedimento si conclude quando, in uno dei comuni interessati, il risultato del referendum è contrario alla fusione. In pratica, è necessario che tutti i Comuni coinvolti siano d’accordo, almeno nella maggioranza dei cittadini che partecipano alla consultazione, perché possa proseguire l’iter di fusione.
Sono intervenuti a favore Carlo Riva Vercellotti (Fdi), Gianluca Gavazza e Andrea Cane (Lega). Prima dell’approdo in Aula del Ddl, è necessario un passaggio in prima Commissione per la norma finanziaria.
Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button