La novità di “Diversamente CittAbili”

Un’inedita tre-giorni di festival per condividere esperienze di vita e amplificare la realtà

Il Festival Diversamente CitTabile è la nuova proposta lanciata dalla Biblioteca civica “Prof. Pietro Cauda”di Canale. Tre giorni di dibattiti, workshop e incontri in una rassegna sostenuta dal Comune e dalla Fondazione Crc. «Per condividere – dicono gli organizzatori – esperienze di vita e amplificare la realtà, dare il giusto peso alle sfumature del quotidiano». Si inizierà giovedì 6 giugno: in mattinata l’associazione “Stregatocacolor” proporrà letture gli alunni di prima Elementare. Apertura ufficiale poi alle Cantine Enrico Serafino di corso Asti, alle 18 con il convegno moderato dal giornalista Gianni Martini. Tra gli ospiti d’onore: Federico Borgna (sindaco di Cuneo), Roberto Balzani (già sindaco di Forlì e docente universitario), Silvano Valsania (presidente della rete Ecomusei piemontese), ed Enrico Faccenda sindaco di Canale. Il dibattito sarà introdotto dalla lettura di Daniela Cauda, il libro scelto è “La luna e i falò” di Cesare Pavese. Alle 19.30 un vernissage sensoriale darà il via alle mostre del festival, un viaggio dove i cinque sensi s’incontrano prima dell’appuntamento delle 21.15 con Gioia di Biagio. “Come oro nelle crepe”, una storia di resilienza e coraggiosa convivenza con la rara sindrome di Ehlers Danlos. Al termine, concerto dei Lalaguys. Durante la serata sarà possibile degustare le specialità della “Colomba Coíj”. Venerdì 7 giugno attività ed esperimenti sociali per i ragazzi della scuola Media per un ultimo giorno di scuola “imprevisto”. Il pomeriggio vedrà protagonista “La Collina degli Elfi” con attività per i bimbi. Alle 18, nella confraternita di San Giovanni, Mariangela Lovisolo modererà l’incontro “Sulle punte, al di qua e al di là dell’obiettivo” con Irene Palumbo, Stefania Spadoni e Marta Viola, appuntamento al femminile dedicato alla fotografia e alla danza. Mostre ed esperienze sensoriali accompagneranno l’intera giornata. Gli chef Davide Palluda e Beppe Sacchero cucineranno, nella sala principesca de “La Torre Meeting” nell’ambito del laboratorio “Il diverso gusto della pesca: Principessa del Dolce e del Salato” in collaborazione con Múses, accademia europea delle essenze. Alle 20.45 la straordinaria esperienza di Massimiliano Caramazza e la sua lotta per i diritti dei disabili. Conclusione con la convivialità della “Notte prima degli esami”. Sabato 8 alle ore 10.45 il progetto “Amici della Tanaria” sarà presentato da Pietro Contegiacomo: si parlerà di turismo sostenibile e potenzialità inespresse del nostro territorio. Alle 11.30 Giovanni Bosio, presidente di Handarpermare, in dialogo con la “Barbieclimber” Alessia Refolo, racconterà i paesaggi e le incredibili esperienze vissute in quota. Dalle 15 “Swap Party”, occasione per riflettere su come possa essere incoraggiata una moda sostenibile, l’Atelier Riforma presenterà la propria mostra dell’illustratrice Anna Dellaferrera. Alle 17 testimonianza di Agostino Zanotti sulla sua vita durante la guerra in Bosnia e l’impegno nel costruire la pace. A seguire animazione di piazza dell’associazione “Stranivari”. Dalle 21 momento dedicato allo sport, con i due campioni Francesca Fenocchio e Walter Tortoroglio che si racconteranno in una serata introdotta dall’associazione “Lo sport è uguale per tutti”. Sarà presente anche l’attrice Michela Fattorin che leggerà “Wilma Rudolph”. “Diversamente Deejay,” dalle 22.30, chiuderà in musica il programma della rassegna. Da non perdere il workshop Foto-Grafia a cura di Marta Viola e Stefania Spadoni (dalle ore 10) e la possibilità di visitare liberamente le mostre aperte per tutta la durata del Festival. Gli allestimenti artistici saranno curati dal “Collettivo Artisti per Caso” di Canale e da artisti torinesi ospitati in un progetto di residenza. Per dettagli: diversamentecittabile@gmail.com.

X