dal PiemonteCRONACA

La ’ndrangheta in Regione Piemonte: arrestato l’assessore Rosso

La ’ndrangheta nella Giunta della Regione Piemonte: questa mattina la Guardia di Finanza ha arrestato l’assessore Roberto Rosso. Il delegato dal governatore Alberto Cirio ai Diritti Civili è sott’accusa in una vasta indagine sulla mafia calabrese per cui i magistrati ipotizzano anche l’inquinamento delle recenti elezioni. Sono in tutto 8 le ordinanze di custodia cautelare spiccate ed eseguite dai militari. 
Rosso è stato a lungo parlamentare di Forza Italia, partito che nel 2001 lo aveva anche candidato a sindaco di Torino. Attualmente fa parte del partito di Giorgia Meloni,Fratelli d’Italia.
L’inchiesta, ancora in corso, è coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia torinese. Ipotizzati, oltre all’associazione a delinquere di stampo mafioso, lo scambio elettorale politico-mafioso e altri reati fiscali per 16 milioni di euro. In manette con Rosso sono finiti soggetti considerati legati alla ‘ndrangheta radicati nel territorio della vicina Carmagnola e operanti nel capoluogo regionale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button