La mappa degli autovelox: occhio a dove si trovano

Mentre sono tornati in funzione dopo la consueta pausa d’agosto i parcometri per la sosta in “zona blu” del centro del paese, la Polizia municipale ha pubblicato una dettagliata informativa a riguardo delle postazioni per il controllo elettronico della velocità dei veicoli in transito sul territorio di Sommariva del Bosco. Ricordiamo che dagli autovelox il Comune attende buona parte dell’introito stabilito per quest’anno – con l’anticipo dovuto per legge – dall’attività sanzionatoria dei vigili. A bilancio preventivo è stata iscritta la cifra di 70mila euro. Si tratta, del resto, di colpire violazioni che destano spesso allarme sociale per i pericoli che causano agli utenti della strada, in particolare ciclisti e pedoni, e sono purtroppo diffuse come i mezzi che circolano “scoperti” da assicurazione.

Le postazioni di controllo in Sommariva sono sei. Due presidiano l’asse principale di attraversamento del centro, presso il civico 132 di via Torino e il 93 di via Vittorio Emanuele II. Qui il limite è quello canonico nei centri abitati, 50 km/h. Idem in via Racconigi, dove il box del misuratore elettronico si trova presso il civico 32, e in via Canale n. 67. Il limite scende a 30 km/h, invece, a protezione delle case situate a ridosso della carreggiata, presso la colonnina per le foto-multe nella discesa di via 25 Aprile. Di nuovo i 50 occorre rispettare lungo l’ex statale e oggi provinciale 661, se si vuole evitare un probabile verbale passando per la frazione Ricchiardo.

X