La Lorenzoni Cassa di Risparmio impatta a Valverde

BRA – Sempre dura la trasferta a Catania, sempre duro il match con quella che è stata per molti anni la rivale delle nero turchesi. Il rientro in A1 delle etnee di Trinidad Canon, dopo il periodo nella serie inferiore, non illudeva nessuno sulla difficoltà che l’undici braidese doveva affrontare  anche a causa della faticosa trasferta giornaliera.

Scese in campo le ragazze di Gianpaolo Lanzano e Guido Berrino, dopo una iniziale fase di studio, pur esprimendo un gioco non sempre ordinato, afferravano il vantaggio grazie a  Zhanna Savenko pronta a deviare sugli sviluppi di un corner corto.

La partita si proseguiva equilibrata ed  il centrocampo, privo di Iryna Vihanyailo, non riusciva sempre a  costruire con efficacia e a fornire assist facilmente giocabili  all’attacco sino all’intervallo lungo.

Nella terza frazione il gioco si faceva nervoso, specie a seguito dall’incidente di gioco subito dal libero della Lorenzoni ,Luciana Galimberti, causato involontariamente da Magali Varela sua ex compagna di squadra al Mitre di Buenos Aires ed ora valida avversaria nelle fila siciliane.

Tanti, troppi cartellini quelli comminati alle ragazze della Lorenzoni che si sono trovati per lunghi tratti a giocare in sottonumero .

Proprio in quel momento con Huertas, Savenko, Davidenko fuori insieme con l’infortunata Galimberti le braidesi subivano la rete su corto ad opera di Dalila Mirabella.

Nell’ultimo quarto, a ranghi completi, si cercava di rimontare grazie al buon impegno di Tosco che cercava di trascinare l’attacco, ma nulla cambiava e a Guadagnino e a Fresta non restava  che fischiare la fine sul risultato immutato.

Un punto certo non da disprezzare  in vista del proseguo che vedrà la Lorenzoni  CR ancora in trasferta ad incontrare a Roma il Butterfly vincente nella seconda giornata con le cagliaritane del Ferrini

Classifica:  Amsicora Cagliari e Argentia  p. 6,HF Lorenzoni 4, Libertas S. Saba,  Valverde, Ferrini  1, Cus Pisa 0

LORENZONI U 14 IN TRASFERTA

Partita di esordio in tutti i sensi per le Braidesi, visto che delle 11 ragazze scese in campo, ben sette erano alla prima partita in assoluto nella categoria, con le “veterane” Sabina C hiesa, Jot Kaur , Alessia Giraudo  Giulia Simondi a far da chioccia alle piccole del 2008 e 2009 provenienti dalla U12 ben preparata lo scorso anno da Masha Tchernych.

Le piccole Braidesi, dopo la comprensibile emozione nei minuti iniziali, hanno iniziato a macinare una serie di azioni contro cui le LombardeL’attenta regia difensiva di Jot e la vena offensiva di Sabina ,autrice di ben sette reti (a cui si sommano le due di Jot e le marcature di Giulia e Giada), hanno fatto la differenza.

Buonissime prove per Carlotta Molino, Cloe Brezza e Camilla Brambati in difesa e Giada Cosa, Alessia Giraudo, Gaia D’ambrosio e Dafne Lionardi  in attacco.Sempre sicura Gaia Lanzano a difesa della propria porta nelle rare incursioni avversarie.

Questo il commento finale di Massimo: sono molto soddisfatto per la partita, non tanto per il risultato quanto per come è arrivato, le piccole hanno sempre cercato di impostare un gioco ordinato e di squadra ha dimostrato di avere la giusta mentalità e di avere tutte le qualità per continuare la scia di vittorie delle più grandi.Prossimo impegno domenica 13 ottobre a Torino contro il Cus, sicuramente la squadra favorita per il passaggio del turno, partita quindi che sicuramente darà indicazioni più precise sul percorso delle babies Braidesi.

X