More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    La grande lirica è ad Asti

    spot_imgspot_img

    ASTI – Entra nel vivo il programma della rassegna “Asti Lirica”, con sette appuntamenti fra giugno e settembre in diversi e suggestivi spazi della città. Il prossimo evento in cartellone sarà “Il Barbiere di Siviglia”, mercoledì 12 giugno alle 21.30 in un Teatro Alfieri da tutto esaurito, dato che i biglietti sono stati venduti in pochi giorni. Si continuerà il 27 giugno, alle 21.30 al Palazzo del Michelerio, con un omaggio a Giacomo Puccini, di cui ricorrono i 100 anni dalla scomparsa, intitolato “Gran concerto pucciniano”. Nel corso del “Galà” il tenore Diego Cavazzin e i soprano Martina Gresia e Ksenia Bomarsi proporranno le pagine più note del repertorio del compositore toscano.

    A seguire, il 3 luglio nel suggestivo complesso del Battistero di San Pietro, un tuffo nel Barocco con un doppio concerto. Il soprano Chiara Pontoriero e il controtenore Gustavo Argandoña saranno protagonisti del concerto “Tra sospiri e furori d’amore” (ore 21). A seguire, alle 22.15, “Armonie celesti”, con il coro polifonico Ensemble Vocale Novharmony sul versante del repertorio sacra. Il 4 luglio, alle 21, il Teatro Alfieri ospiterà i Carmina burana. Lo spettacolo, prodotto dal Teatro dell’Opera Giocosa di Savona, avrà quali interpreti il soprano Irene Celle, il baritono Michele Patti, il tenore Raffaele Feo e il Coro Philarmonia, guidati dalla bacchetta di Giovanni Di Stefano.

    L’esecuzione sarà preceduta dal Requiem SC76 per coro, viola solista e organo di Giacomo Puccini, in omaggio all’artista astigiano Giorgio Faletti nel decimo anniversario della morte. Il 7 luglio, alle 21 al Teatro sarà la volta di un grande classico dell’operetta: “La vedova allegra” di Franz Lehár. Ad eseguirla sarà il soprano Renata Campanella che vestirà i panni di Anna Glavari. Il festival chiuderà martedì 17 settembre con un incontro tra parole e musica al Teatro. Fabio Armiliato, uno dei più grandi tenori al mondo, presenterà il suo libro autobiografico “Una vita in canto (L’alchimia della voce)” per celebrare i 40 anni di carriera. Durante l’incontro eseguirà anche alcune arie d’opera, accompagnato dai suoi allievi. La rassegna “Asti Lirica”, la cui direzione artistica è affidata a Renato Bonajuto, si rivolge a un pubblico di appassionati, ma anche a curiosi che si avvicinano per la prima volta a questo genere musicale. Per questa ragione, prima degli spettacoli principali, sarà proposto “L’opera in 5 minuti”, breve momento divulgativo in cui si introdurrà la trama e alcune curiosità dell’opera. Info: Teatro Alfieri, tel. 0141.399057.

    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio