La Gdf sequestra beni per 2 milioni di euro ai nomadi di Torino

Sono stati confiscati dalla Guardia di finanza di Torino beni per 2 milioni di euro nei confronti di 26 residenti nei principali campi nomadi dalla città. Il provvedimento è stato preso dal Tribunale dopo che, sulla base di indagini svolte dai finanzieri del nucleo di Polizia Tributaria, è emerso come i 26 erano abitualmente dediti a commettere reati, inoltre l’autorità giudiziaria ha riconosciuto una rilevante sproporzione tra il possesso dei beni stessi e l’inesistenza di redditi – immobili, autovetture e denaro – dichiarati al fisco dai nomadi negli ultimi 15 anni.
La maggior parte delle persone coinvolte non risulta avere mai lavorato, pur avendo la disponibilità di terreni, autovetture e denaro depositato in banca. Per questo motivo il Tribunale, ritenendo che quel patrimonio sia stato accumulato mediante attività illecite, ne ha disposto la confisca.

X