La Fiera regionale vezzese: tartufi, vini e tanto altro ancora

334
Enogastronomia, folclore e divertimento. A Vezza d’Alba con la Fiera Regionale del Tartufo e dei Vini del Roero

E sono 38! La Fiera del Tartufo Bianco e dei Vini del Roero di Vezza d’Alba sembra non conoscere i segni del tempo. Anno per anno è cresciuta e oggi è considerata una splendida realtà, apprezzata dalla popolazione e dai molti turisti che scelgono il mese di novembre per degustare il più pregiato dei funghi: il tartufo. «Vezza d’Alba nel Roero – dichiara il sindaco Carla Bonino –. Quante volte ormai leggiamo o scriviamo il nome di questo territorio? È superato ormai, almeno per noi sindaci il cosidetto “campanilismo”: ci incontriamo, ci consultiamo, discutiamo sui problemi del territorio cercando soluzioni condivise. Ormai esternazioni quali: il mio comune, il mio paese, i miei cittadini sono sostituite con i nostri a indicare l’appartenenza ad un territorio, il Roero, dai confini che abbracciano 22 paesi ciascuno con una peculiarità, un’eccellenza, un aspetto che va a completare e arricchire un grande mosaico. La nostra Fiera forse è stata la prima importante manifestazione che ha collocato il nome Roero nella sua denominazione seguito da Vezza d’Alba. Lo scorso anno è stato un grande successo l’allestimento della Piazze delle Eccellenze del Roero, che quest’anno sarà trasformata in Pagoda del Roero, che avrà tra i protagonisti l’Enoteca Regionale 2.0 e i produttori vezzesi, il Mercato ortofrutticolo e la Pera Madernassa. Speriamo tempo clemente per poter realizzare le importanti iniziative previste e di poter portare la Fiera nella nostra grande tartufaia “Tartufingross Andrea Rossano” per vivere con i turisti i profumi degli alberi e del tartufo».

La rassegna, che da qualche anno ha assunto la denominazione di Fiera Regionale si terrà domenica 18 novembre, ma il calendario proporrà tanti appuntamenti anche nel corso della settimana successiva. Andiamo a svelarli.

Inizio alle ore 9.30 in piazza San Bernardo. Di qui partirà il corteo con le autorità che attraverserà tutto il centro storico. La parata sarà animata dall’esibizione del gruppo Sbandieratori di San Damiano d’Asti e dalla Banda musicale vezzese “La Paesana”.

Alle ore 10 nella confraternita di S. Bernardino in piazza San Martino aglio del nastro e presentazione dello spazio permanente “Di tartufo… si scrive” in collaborazione con il Centro Nazionale Studi Tartufo di Alba e le Città del Tartufo. La cerimonia proseguirà con il convegno “Il tartufo nell’Alimentazione” a cura del nutrizionista Giorgio Calabrese. Non mancherà la tradizionale esposizione di tartufi proposta da Tartufingross di Andrea Rossano. Al termine sarà assegnato il Tartufo dell’Anno.

Alle ore 11 si aprirà l rassegna “Le eccellenze del Roero”, la grande pagoda, di cui ha accennato il sindaco Carla Bonino, che ospiterà il meglio della produzione della Sinistra Tanaro. Per le vie del paese saranno allestite numerosissime bancarelle dedicate ai prodotti tipici e all’artigianato. Per chi vorrà allentare i morsi della fame, consigliamo il punto gastronomico che la Pro loco allestirà nel salone manifestazioni di piazza S. Bernardo.

Dalle ore 12 sarà preparato il menù della Fiera. Per i gruppi consigliata la prenotazione al numero 0173/65.022.

Alle ore 14 ci sarà il concerto degli Autobuskers; alle 16 sarà la volta dei Farinei d’la Brigna. Verso le 18 nel salone manifestazioni sarà servita la minestra di trippa e ceci. Per tutta la giornata i visitatori potranno vivere il folklore, apprezzare attrazioni per grandi e piccini. Tra le tante ricordiamo l’angolo degli animali, il Villaggio dei Bimbi con Bellidea, musica di strada, animazioni e falconeria. Al calar delle tenebre ci sarà un volo di palloncini luminosi. Ricordiamo che per facilitare l’accesso il paese sarà interdetto ai veicoli privati. Per raggiungere il capoluogo un servizio navetta opererà dalle 9 alle 19 da piazza San Carlo a Borgonuovo.

IL PROGRAMMA DELLA SETTIMANA: tantissimi appuntamenti all’insegna del gusto e della cultura

La Fiera vezzese proseguirà fino al 25 novembre con tanti altri appuntamenti.

Martedì 20 novembre alle ore 20.30 nella confraternita di San Bernardino è prevista la presentazione del progetto “La collina di San Martino torna a vivere” in collaborazione con la il Corpo Forestale della Regione Piemonte, del Rotary club Canale Roero e dell’Associazione per i Paesaggi dell’Unesco.

Mercoledì 21 novembre alle 20.30, sempre nella confraternita ci sarà la passeggiata musicale “Suoni d’Autunno” con Rosanna Roagna.

Giovedì 22 novembre alle 20 nella Tartufaia Didattica di Valtesio è prevista “La Ricerca Simulata in Notturna”.

Venerdì 23 novembre alle ore 20.30 nel Salone Manifestazioni ci sarà una serata dedicata la ballo lisco con l’orchestra spettacolo “I Roeri”.

Sabato 24 novembre alle ore 9.30 si ritornerà nel Salone Manifestazioni dove si svolgerà il tradizionale convegno a cura dell’ Ordine Cavalieri San Michele del Roero. Quest’anno sarà affrontato il tema “Multiforme Roero: dalle Rocche selvagge alle eccellenze produttive”. Alle ore 15 nella confraternita di San Bernardino ci saranno la presentazione del libro “La nostra Vezza e le sue antiche storie” e premiazione delle poesie “Di tartufo… si scrive” a cura delle scuole Primarie e Secondarie di Vezza. La giornata si chiuderà alle ore 21 con il teatro dialettale: nel salone manifestazioni andrà in scena la compagnia Il Siparietto di San Matteo con la commedia “L’Amor a l’è n’ imprevist”

Domenica 25 novembre si ritornerà alla Tartufaia Didattica per una giornata sul Sentiero del Trifolao, con la grande Caccia al tartufo. Si partirà alle ore 9.30 e si proseguirà fino a sera. Durante la pausa pranzo sarà servita la polenta con la salsiccia. Questo è davvero tutto ed è il caso di dire: ce ne sarà per tutti i gusti. Siete attesi a Vezza d’Alba.