[adrotate group="5"]

[adrotate group="6"]

La cultura piemontese in lutto per Eugenio Pintore

Anche il Festival agri-rock di Barolo in queste ore ha voluto rendere omaggio alla figura di Eugenio Pintore, dirigente della Regione Piemonte, scomparso improvvisamente a 62 anni. Dopo una carriera iniziata nel 1983 presso la Biblioteca Civica di Settimo torinese, da dieci anni Pintore era il responsabile del Settore “Biblioteche, Archivi e Istituzioni culturali” della Regione, posizione dalla quale ha fattivamente collaborato alla nascita o allo sviluppo di numerose manifestazioni cresciute in questi anni ai quattro angoli del Piemonte.

Tra queste il cuneese Scrittori in Città, il Festival Letteraltura, il Premio Asti d’Appello, e l’Acqui Storia, per citarne alcuni. Oltre ad, appunto, Collisioni, i cui organizzatori hanno voluto rendere omaggio al funzionario con un ricordo pubblicato sui canali social della manifestazione.

«Ci ha lasciato Eugenio Pintore, un amico molto caro e forse l’unica persona senza la quale il festival Collisioni non sarebbe mai esistito. Era un uomo mite, tranquillo, un funzionario della Regione Piemonte – ma questa parola un po’ grigia non esprime veramente Eugenio. Nel lontano 2009 quando i politici, gli assessori, i presidenti di enti culturali erano indaffarati nello sforzo di salvare dagli scandali il Premio Grinzane e se ne fregavano ampiamente di un manipolo di 30enni che volevano fare un festival agrirock nelle Langhe, Eugenio vide una luce negli occhi di quei giovani che non erano nessuno, che non avevano parenti ricchi e influenti, ma venivano dalla campagna. Ecco Eugenio era uno che emanava luce con il suo sorriso e che sapeva vedere negli altri la scintilla di luce – per farla bruciare. Nessuno potrà più avere quel sorriso, nessuno potrà più trasmettere con quegli occhi così furbi e brillanti la fiducia che in fondo non sia tutto perduto, che esista ancora uno spazio pubblico e degli interessi collettivi da difendere. E quando un gruppo di ragazzini squattrinati busserà alle porte di uno Stato, di una Regione, di un luogo pubblico – ci auguriamo che ci sia lí un Eugenio, un Eugenio ad accoglierli e ad ascoltare i loro progetti. E infonda loro il coraggio di realizzarli. Perché se mai dovessero mancare per sempre persone come lui, nessuno vedrà nascere i prossimi festival che i giovani creeranno dopo Collisioni e la cultura diventerà una farsa, un gioco da ricchi e vecchi potenti, per celebrare se stessi, senza più energia e senza alcuna anima. Grazie di cuore Eugenio. Collisioni 2020 la dedichiamo a te!».

Le esequie di Eugenio Pintore saranno celebrate giovedì 29 agosto, alle ore 11, presso la parrocchiale di San Giuseppe Artigiano a Settimo Torinese.

SANTA VITTORIA D'ALBA – Il Ristorante Le Betulle organizza sabato 16 novembre una serata dove la protagonista in tavola sarà  “la bagna cauda“. L’autu...
SANTA VITTORIA D'ALBA – Il Ristorante Le Betulle organizza sabato 16 novembre una serata dove la protagonista in tavola sarà  “la bagna cauda“. L’autu...
X