LANGA DEL BAROLOLANGHEVerdunoSanità

La Cerimonia del Dono a Verduno per ringraziare dipendenti e collaboratori dell’Asl CN2

VERDUNO – Massimo Veglio: “Doveroso dire grazie a tutte le persone che hanno contribuito alla crescita del Michele e Pietro Ferrero”. Il presidio sanitario unico ha raggiunto la piena capienza di ricoverati

La Fondazione per l’ospedale di Verduno ha rinnovato anche per il 2021 la Cerimonia del Dono: un momento speciale e un’occasione per ringraziare tutti i dipendenti e i collaboratori dell’Asl Cn2 per il lavoro svolto nell’affrontare ogni giorno la responsabilità di prendersi cura delle persone nel momento più difficile della vita, quello della malattia. Grazie alla collaborazione con il Consorzio dell’Asti Spumante e con l’azienda Ondalba ognuna delle 1.800 persone che lavorano all’ospedale di Verduno riceveranno in dono una bottiglia di Asti in una confezione speciale contenente una spilla con il motto della Fondazione “noi ci prendiamo cura di te” e un nastro porta tessera.

Alla cerimonia di consegna dei riconoscimenti speciali hanno preso parte una delegazione della Fondazione, la Direzione Asl Cn2 e i responsabili dei vari servizi.

Per il 2021 le targhe con la scritta “Grazie” sono state consegnate a Lidia Gavarino, coordinatrice del servizio mensa, per il contributo dato allo sviluppo del progetto di nutrizione clinica “ABCIBO”; a Giorgia Gramaglia a nome di tutto il gruppo di giovani che si occupano dell’accoglienza in ospedale; ai coniugi Prato di Bra per il finanziamento di una borsa di studio “Adotta un medico”; all’infermiere Marco Mirto per ringraziare tutto il personale che opera nelle corsie dell’ospedale; alla dottoressa Iris Grassi che lascerà l’ospedale di Verduno alla volta di nuove responsabilità in Liguria e al giovane pianista Domenico Boggione, di Monforte, che ha inframmezzato la cerimonia con preziosi interventi musicali.

A margine della consegna dei riconoscimenti il direttore generale della Cn2 Massimo Veglio ha aggiornato la situazione del presidio ospedaliero affermando che è stata raggiunta la piena capienza dei reparti. In ospedale sono ricoverate 16 persone ammalate di Covid e due sono attualmente in carico al reparto di rianimazione.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button