Dal CuneeseEconomia & Lavoro

La Camera di Commercio di Cuneo rafforza l’impegno sui mercati internazionali

L’internazionalizzazione del tessuto imprenditoriale cuneese è al centro delle azioni della Camera di commercio e non può essere altrimenti in una provincia dove le esportazioni rappresentano il 46,6% del Pil. Per soddisfare le esigenze delle imprese e implementare i servizi offerti in materia di internazionalizzazione la Camera di commercio a inizio dicembre ha sottoscritto una convenzione triennale con Ceipiemonte scpa volta a potenziare i rapporti di collaborazione tra i due enti garantendo la presenza continuativa di un dipendente Ceipiemonte all’interno della nostra struttura.
I nuovi scenari del commercio internazionale e la mutata domanda di servizi a supporto dell’internazionalizzazione proveniente dalle imprese hanno imposto un ripensamento delle strategie attuate sinora. La scelta perseguita oltre 40 anni fa dall’ente camerale con l’istituzione dell’azienda speciale, uno strumento snello ed efficiente per accompagnare le imprese cuneesi a muovere i primi passi sui mercati esteri, senza eccessivi vincoli burocratici, è stata superata dall’evoluzione delle normative, che oggi equiparano le aziende speciali alle Camere di commercio. Da qui la consapevolezza della Giunta camerale della necessità di ridisegnare le proprie strategie, sino alla decisione, formalizzata il 12 dicembre 2022, di mettere in scioglimento il Centro Estero Alpi del Mare a far data dal 1° gennaio 2023.
“L’attività svolta nel corso dei decenni dalla nostra azienda speciale è stata assolutamente strategica – afferma il presidente Mauro Gola – Giacomo Oddero dimostrò grande lungimiranza nel costituirla nel lontano 1981 mentre Ferruccio Dardanello ne sviluppò ulteriormente le potenzialità a partire dagli anni 90, avvalendosi di figure chiave qual è stato Giacinto Chiri, direttore dal 1981 al 2009. Nel corso di questi decenni ha accompagnato le aziende cuneesi sui mercati di tutto il mondo, ma oggi tocca a noi cogliere i segnali di cambiamento ormai ineludibili”.
Istituita nel lontano 1981, l’Azienda speciale in una prima fase ha gestito iniziative in ambito provinciale, per poi estendere il proprio raggio di azione e specializzarsi con l’organizzazione di partecipazioni fieristiche in occasione delle principali rassegne nazionali e internazionali, rivolte ai più importanti settori dell’economia provinciale, sino a diventare un punto di riferimento sempre più strategico per le piccole e medie imprese che si affacciavano sui mercati internazionali.
Durante l’ultimo decennio, mentre l’attività dell’Azienda speciale subiva progressive riorganizzazioni, la Regione Piemonte avviava con il sistema camerale piemontese un percorso di gestione condivisa dell’internazionalizzazione che si è concretizzato con la costituzione del Ceipiemonte. Nel frattempo la stessa normativa di riordino del sistema camerale, con la riscrittura del ruolo e delle funzioni del sistema camerale ha “escluso dai compiti delle Camere di commercio le attività promozionali direttamente svolte all’estero” e la struttura è stata ridimensionata, sia dal punto di vista del personale sia delle attività realizzate.
“Le mutate condizioni nelle quali si giocano le sfide sui mercati esteri richiedono nuovi strumenti – prosegue il residente Mauro Gola – che potremo mettere a disposizione delle nostre imprese grazie alla convenzione siglata con Ceipiemonte e ai rapporti di collaborazione ancora più stretti, preludio alla creazione di una loro antenna operativa che sia riferimento per il nostro territorio”.
“Ritengo che questo accordo rafforzi in chiave strategica la partnership con uno dei nostri soci– afferma il presidente di Ciepiemonte Dario Peirone –. In virtù di questo accordo rafforzeremo la nostra attività sul territorio cuneese, particolarmente votato all’export”.
Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button