La Bcc Cherasco cambia e si «fonde» in Cassa Centrale

460
Il presidente. Giovanni Claudio Olivero guida il Cda di Banca di Cherasco

Banca di Cherasco sarà formalmente un po’ meno di Cherasco, ma maggiormente protagonista nel suo settore a livello nazionale «confermando massimo impegno nella difesa dei valori fondanti del Credito Cooperativo e degli interessi del nostro territorio». Parole del presidente del Cda, Giovanni Claudio Olivero, nel comunicato che invita all’assemblea straordinaria degli oltre 10mila soci. L’appuntamento sancirà l’ingresso anche di questo Istituto piemonte nel gruppo Cassa Centrale Banca- Credito Cooperativo Italiano Spa con sede a Trento.

L’assemblea in prima convocazione è convocata venerdì 9 novembre in sede a Roreto e sabato 10 al ristorante Lago dei Salici a Caramagna Piemonte dove si concluderà con una cena. Il passaggio a Cassa Centrale discende dalla riforma governativa del Credito Cooperativo che ha imposto l’adeguamento dello Statuto della Bcc e la firma del “contratto di coesione” previo voto dei soci. L’avvio effettivo del Gruppo è previsto per il 1° gennaio 2019. Cherasco entrerà a far parte di una rete di circa 90 banche che alla capogruppo trentina demanderanno direzione e coordinamento delle attività sul territorio.

Questo – prosegue il comunicato – «potrà comportare qualche rinuncia in termini di autonomia decisionale, ampiamente compensata, però, dalla forza che verrà garantita dall’unione» di tanti Istituti. «Banca di Cherasco –precisa ancora la nota – potrà continuare a sostenere le più meritevoli iniziative di valorizzazione del territorio, mediante erogazione di contributi o altre forme di intervento. Nel contempo, potrà dedicarsi con più risorse e maggiori strumenti allo sviluppo delle iniziative imprenditoriali e delle necessità familiari di soci e clienti». Nel Consiglio di amministrazione della capogruppo saranno presenti i rappresentanti di tutte le Bcc sottoposte. Del Gruppo esse avranno il controllo tramite la detenzione della maggioranza del capitale sociale.

OIivero: «È dunque arrivato il momento di concretizzare con atto formale una decisione già da tempo presa da Banca di Cherasco. Invito ad affrontare questo cambiamento con fiducia, porterà maggiori garanzie e tutele per i soci, i clienti e i dipendenti del nostro Istituto di credito».