Intitolata a Carlo e Franco Miroglio l’antica piazza del Duomo di Alba

Importante segno di riconoscenza da parte della città per i due imprenditori

La porzione di piazza Rossetti per molti anni nota come l’antica piazza del Duomo, che si trova compresa tra via Vida e vicolo Rossetti, dal 5 maggio scorso porta il nome di piazza Carlo e Franco Miroglio. Si tratta di un importante segno di riconoscimento che la città ha inteso dedicare ai due imprenditori a ricordo della loro capacità di fare impresa e di dare lustro alla città attraverso la crescita dell’azienda divenuta, sotto la loro guida, una prestigiosa multinazionale della moda. La motivazione della Giunta non ha avuto come movente solo i me­­riti industriali di Carlo e Franco Miroglio, ma ne ha valorizzato anche il fatto di essere stati benefattori dell’ospedale San Lazzaro e l’aver promosso la nascita della Fondazione Nuovo O­spe­dale. Per riconoscere la benemerenza dei due imprenditori in cam­po industriale e sociale, la città di Alba consegnò la Medaglia d’Oro a Carlo nel 2002 e a Franco nel 2004, in occasione del loro ottantesimo compleanno. Si tratta di un riconoscimento che premia persone che abbiano dato un contributo consistente al progresso della città e al benessere della popolazione. Non casualmente, la piazza – antistante il Palazzo Burdese dove ha sede la Fondazione per il nuovo ospedale di Verduno – dista solo pochi passi dal luogo dove ebbe inizio il cammino del Gruppo Miroglio con la collocazione dei primi telai industriali nel 1947. La cerimonia di intitolazione si è tenuta domenica 5 maggio alla presenza delle autorità, della famiglia Miroglio e di centinaia di persone tra cui imprenditori locali, dipendenti ed ex dipendenti dell’azienda oltre ai tanti albesi che hanno voluto così testimoniare la loro vicinanza per chi ha creato lavoro e benessere contribuendo fortemente alla trasformazione della città di Alba. La piazza, per l’occasione, si è trasformata in un coloratissimo spazio ricco di fiori e bellezza, una poetica scenografia caratterizzata dall’uso creativo di materiali di origine industriale e di tessuti stampati provenienti dall’archivio Miroglio, da cui hanno preso vita forme ed oggetti diversi. Figli del Commendatore Giuseppe Miroglio, fondatore del Gruppo, i fratelli Carlo e Franco seppero sviluppare l’azienda facendola di­ventare una delle realtà del tessile più importanti in Europa. La loro gestione fu caratterizzata da intuito e coraggio imprenditoriale, con importanti innovazioni nel campo della moda e, al tempo stesso, massima attenzione verso il tema del sociale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

FOCUS

GUARDIAMOCI INTORNO

Quelle buche in sequenza reclamano una tappata

Un lettore: Visto che nei giorni scorsi erano all’opera con l’asfaltatura a pochi metri di distanza in viale delle Rimembranze, se avessero avanzato un po’ di catrame… ci sarebbe...

Strada Ca’ del Bosco e quel cantiere che langue a Bra

Un lettore: Non so se faccio bene a rivolgermi al “Corriere” o dovrei scrivere a “Chi l’ha visto?” per ritrovare gli operai che ormai da un mese hanno smesso di lavorare in strad...

È vero che nessuno lo vuole, ma non vada a ramengo

Un lettore: Almeno tenete chiuse le finestre di questo palazzotto di proprietà del Comune in via Vittorio Emanuele II, pieno di centro di Bra… E’ vero che hanno provato a venderl...