dal PiemonteSanità

Intervento su nervi salvacuore al Regina Margherita per bambina di 2 anni e mezzo

Una bambina di due anni e mezzo è stata salvata all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino grazie a un intervento miniinvasivo di denervazione cardiaca, nel quale cioè sono stati eliminati i nervi che vanno al cuore e che, nei soggetti predisposti, potrebbero facilitare aritmie cardiache gravi e arresto cardiaco.

E’ la più piccola paziente sottoposta a questo intervento in Italia.

La bimba soffriva di una rara e gravissima forma di sindrome del Qt lungo. Il professor Peter Schwartz, considerato la massima autorità mondiale nel campo di questa patologia, ha indicato la Città della Salute di Torino come uno dei pochi centri al mondo in grado di eseguire l’intervento.

    “La sindrome del Qt lungo – informano dalla Città della Salute – è una patologia genetica che colpisce il cuore di un bambino ogni 2.000 nati e che può portare improvvisamente alla morte in culla. La causa è dovuta ad un difetto genetico, cioè ad una mutazione nel Dna delle cellule, che causa un malfunzionamento delle stesse e può sfociare in una tempesta elettrica che alla fine fa arrestare il cuore”. La bimba è stata sottoposta ad un intervento di denervazione cardiaca simpatica in minitoracoscopia, una tecnica chirurgica che permette di praticare interventi complessi attraverso soltanto 3 piccoli accessi lateralmente al torace del paziente. La difficoltà della procedura, nei pazienti così piccoli, è però nelle ridottissime dimensioni del torace. “L’ostacolo – proseguono alla Città della Salute – è stato superato grazie all’attrezzatura chirurgica, donata generosamente da Fondazione Forma onlus, che essendo miniaturizzata ha permesso agevolmente di raggiungere con esattezza il bersaglio e di operare più facilmente con esattezza il bersaglio e di operare più facilmente con precisione e tranquillità sulla bimba”.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button