Dal CuneeseCultura e Spettacoli

Inaugurata ieri sera “Cuneo Provincia Futura”, una mostra da 53 milioni di pixel

L’iniziativa è ideata dalla Fondazione Crc per sensibilizzare sui temi della sostenibilità, comunità e competenze

Ieri venerdì 22 ottobre alle ore 19 a Cuneo, in piazzetta del Grano ha avuto luogo l’inaugurazione di “Cuneo Provincia Futura – La più grande mostra a cielo aperto”. L’evento espositivo, promosso dalla Fondazione Crc e curato dal regista e show designer Alessandro Marrazzo, sarà dedicato all’esplorazione del futuro prossimo dell’umanità con riferimento a tematiche di rilevanza globale: dal cambiamento climatico al rapporto tra uomo, macchina e natura, dall’intelligenza artificiale alle conquiste spaziali, dall’ambiente alle arti. Gli argomenti saranno proposti attraverso dieci videoinstallazioni luminose e sonore originali che creano esperienze visive, scenografiche e immersive, emotivamente molto coinvolgenti, appositamente studiate per essere collocate in altrettanti spazi pubblici nei centri abitati di Cuneo, Alba, Bra e Mondovì.

Le proiezioni luminose saranno attive e fruibili liberamente dal giovedì alla domenica dalle ore 19 alle 22.30, nel periodo dal 23 ottobre al 21 novembre. Per la prima volta un’attività della Fondazione coinvolge contemporaneamente più città del territorio: a Cuneo saranno attive sei installazioni, in piazza Europa, piazza Galimberti, piazza Virginio, nel Complesso di Santa Croce, in via Roma e sulla facciata di Palazzo Vitale, sede della Fondazione Crc. Ad Alba saranno attive due installazioni in piazza Risorgimento e in piazza Ferrero, mentre a Bra e Mondovì sarà attiva una installazione per città, rispettivamente su Palazzo Garrone e sulla Torre Civica del Belvedere. I temi delle proiezioni e i luoghi in cui prenderanno vita, sono strettamente connessi alle tre sfide individuate dalla Fondazione Crc nel Piano Pluriennale 2021-24: +Sostenibilità, +Comunità, +Competenze.

L’obiettivo è realizzare un evento unico, paragonabile ai grandi festival europei e internazionali di luci, che possa rendere la provincia di Cuneo un ideale laboratorio proiettato verso il futuro. Grazie alle più recenti e innovative proposte tecnologiche, palazzi, strade, piazze diventeranno per un mese protagonisti e al contempo messaggeri di contenuti. Su una superficie complessiva di 590 chilometri quadrati di territorio, sono 23.470 i metri quadrati di architetture coinvolte sui quali verranno proiettati 53.913.600 pixel, grazie a 3.000 metri quadrati di superficie laser, per un totale di 497.000 lux di potenza luminosa complessiva .

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button