BRAAttualità

Inaugurata a Bra la Piazzetta Aido in memoria degli Angeli Donatori a

Sulla "Granda" una nutrita squadra di volontari che credono nel "dono"

BRA – Non è stato facile, non è stato semplice, ma la fattiva collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Bra con il Sindaco Fogliato e l’Assessore ai Lavori Pubblici Luciano Messa ed il prezioso supporto della Fondazione CRT ha permesso di concretizzare una area relax forti di concetti profondi legati alla tutela della vita.
Ecco allora che grazie al genio artistico e creativo di Francesca Semeraro e Giovanni Botta, Piazzetta AIDO è stata caratterizzata ed impreziosita da panchine armoniche e performanti, ma soprattutto di grande attrazione visti i tanti selfie che in questi giorni le persone si stanno “scattando” per fissare nella memoria un momento di vita piacevole e per certi versi accattivante.
Alla presenza di autorità politiche ed associative in particolare le realtà legate al “dono dato”, AVIS, FIDAS ed ADMO, tanti gli interventi che nel “taglio del nastro” hanno reso evidenza alla valenza ed utilità sociale di un impegno lungo oltre 45 anni della Sezione Provinciale di Cuneo per una “squadra” che oggi è diffusa in modo capillare sulla “Granda”.
Particolarmente ricco di contenuti l’intervento del Presidente la Fondazione CRT Giovanni Quaglia a significare valori legati al “dono”, al “sociale” ed alla comunità con AIDO che proprio sulla provincia di Cuneo ha svolto nel tempo e proseguirà a farlo, un’attività che ha permesso a tanti pazienti un ritorno ad una normalità di vita.
Parole significative dal Dirigente Responsabile Coordinamento Regionale Donazione e Prelievi Anna Guermani, in compagnia del collega Raffaele Potenza, per un’intensa attività legata alla trapiantologia di organi, tessuti e cellule d’eccellenza nel contesto regionale piemontese, con l’AIDO della Sezione Provinciale di Cuneo che, grazie alle molteplici attività progettuali, ha indubbiamente svolto un lavoro utile a superare paure e timori legati al “dono”.
Dalla Regione, rappresentata dall’Assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi, l’evidenza di un Piemonte che nell’ambito trapiantologico si colloca come realtà di prim’ordine e questo grazie anche al lavoro attento e serio di AIDO e di una realtà, quella della Provincia di Cuneo, che nel tempo ha saputo portare cultura permettendo e stimolando adesioni consapevoli ed informate.
Anche il Vice Presidente CSV Cuneo Valentino Piacenza, ha avuto parole di elogio per la squadra “targata AIDO CN” particolarmente attiva e determinata sulla “Granda”.
La Provincia di Cuneo era rappresentata dal Consigliere Bruna Sibille che ha ricordato alcuni momenti di difficoltà associativa e l’impegno per un rilancio di AIDO sulla terra di “Granda”.
Non son mancati pensieri e riflessioni sulla capacità e professionalità messe in evidenza dalla famiglia AIDO cuneese, capace da anni di raccogliere centinaia di nuove adesioni, grazie agli interventi del Vice Presidente Vicario Fabio Arossa e dell’Amico AIDO della Sezione Provinciale di Cuneo Lucio D’atri.
Partecipi a Bra sul Viale Madonna Fiori nel contesto di Parco Atleti ed Azzurri d’Italia i rappresentanti dirigenti dei Gruppi Comunali dell’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule di Bra, che in modo particolarmente attivo ha via via partecipato, organizzato e coordinato “i lavori”, Bagnolo Piemonte/Barge e Valle Po, Ceva, Cuneo/Borgo San Dalmazzo , Dogliani, Fossano, Mondovì, Peveragno/Boves e Chiusa Pesio, Saluzzo/Piasco e Valle Varaita e Savigliano.
Bra da sempre è città attenta al sociale ed al bene della comunità: l’idea progettuale legata ad AIDO Sezione Provinciale di Cuneo è stata accolta con grande piacere dall’amministrazione braidese certi che potrà nel tempo stimolare tante persone ad una riflessione di grande utilità per tutti.” – dice il Sindaco Gianni Fogliato a cui fà eco l’Assessore Luciano Messa – “Il lavoro profuso per rendere concreta quest’area in un contesto immerso nel verde non è stato di poco conto, ma le sinergie profuse con il mondo del volontariato, in questo caso con chi ha nella mission la “donazione di organi, tessuti e cellule”, porta indubbi risultati: quello che oggi abbiamo dato vita lo ritengo quantomai significativo“.
Sì, non è stato né facile né semplice” –  ribadisce il Presidente della Sezione Provinciale AIDO di Cuneo Gianfranco Vergnano che prosegue – “ma AIDO sulla “Granda” nel corso di oltre 45 anni di vita, ha sapute affrontare e superare non poche difficoltà ed ostacoli, per questo la realtà di coordinamento associativo della provincia di Cuneo è orgogliosa di esser riuscita a creare un sogno, un desiderio: Piazzetta AIDO a ringraziare i tanti volontari che si sono avvicendati alla guida di una realtà che oggi consta di oltre 17.000 persone generose ed altruiste che hanno aderito al “dono“.
Lasciare un simbolo come quello di Piazzetta AIDO è un modo di certo impegnato, ma semplice e sincero, di dare anche memoria agli Angeli Donatori che con il loro gesto ha permesso a tanti pazienti in lista d’attesa per un trapianto (in Italia 8.182 al 10.09.2022 – dati S.I.T.) di ritornare ad una normalità della vita evidenziando in modo artistico la bellezza del dono” – conclude il Vice Presidente Vicario Enrico Giraudo.
Presenti a Bra all’inaugurazione di Piazzetta AIDO anche le società sportive HF Lorenzoni e Torino FD, da tempo portacolori di AIDO, con i rispetti “numeri uno” Silvia Brizio e Claudio Girardi, realtà associative di prim’ordine quali AIL, CRI, Lions e Rotary ed il mondo economico rappresentato da BPER Banca, Banca d’Alba e Banca di Cherasco Credito Cooperativo.
Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com