BRAAttualità

In pellegrinaggio da Madonna dei Fiori a Castellinaldo

BRA – Si è ripetuto quest’anno, con la settima edizione, il pellegrinaggio a piedi Bra-Castellinaldo d’Alba sulle orme di fratel Luigi (al secolo Andrea Bordino, 1922-1977). Originario del paese roerino e proclamato beato nel 2015, è uno dei santi sociali piemontesi. Da giovane fece questo stesso cammino e innalzò un pilone votivo vicino a casa sua come ringraziamento alla Madonna alla quale si era affidato in Russia, dove il regime fascista l’aveva inviato da alpino a combattere una guerra di aggressione. Catturato e spedito in prigionia in Siberia, visse un dramma che lo segnò indelebilmente.

Rientrato in Italia solo nel 1945, entrò nel ramo religioso non sacerdotale dei cottolenghini e lavorò per oltre un ventennio all’ospedale torinese come infermiere. Chi lo ha conosciuto ne ricorda l’instancabile dedizione ai malati, l’umanità, la fede. La stessa a cui s’ispira questa iniziativa ancora una volta molto partecipata (foto di Luciano Cravero). E’ partita dal santuario della Vergine dei Fiori dove i pellegrini sono stati salutati anche dal sindaco braidese Gianni Fogliato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button