In frazione Gallo spavento per lo scoppio di alcuni petardi

gallo petardi

GRINZANE CAVOUR – Due episodi di vandalismo a tutti gli effetti si sono susseguiti nell’arco di altrettanti giorni a poca distanza di tempo l’uno dall’altro. Purtroppo nulla si sa degli autori che fra sabato 9 e domenica 10 gennaio hanno spaventato la popolazione di Grinzane Cavour in particolare quella di frazione Gallo, località in cui si sono verificati i due atti.

In sostanza nella notte fra sabato e domenica dopo la mezzanotte in piazza della Chiesa e in via Garibaldi si sono sentite due forti deflagrazioni. In sostanza due “botti” forse causati da ordigni che avrebbero “divertire” gli ignoti che li hanno utilizzati nel cor­so della notte di Capodanno. Inutile dire che questo primo episodio ha messo preoccupazione nella popolazione della frazione, ma più grave è stato l’episodio della sera di domenica, avvenuto poco prima delle 20 secondo le testimonianze. Un terzo ordigno è deflagrato nei pressi dell’androne di un condominio in piazza della Chiesa provocando danni materiali. Infatti si è staccato il vetro di una finestra dell’edificio posta al secondo piano ed è caduto sul marciapiede, sembra sia rimasta danneggiata anche un’auto parcheggiata lì davanti. Per fortuna i vetri non sono caduti su nessun passante, dunque non ci sono persone ferite. I due episodi hanno gettato allarme nella popolazione della frazione ed è stata sporta una denuncia al Tribunale di Asti che adesso sta indagando con i carabinieri presenti sul nostro territorio per fare piena luce su questa vicenda e soprattutto accertare l’identità degli ignoti autori di queste azioni.

Il sindaco Franco Sampò si dichiara preoccupato per quanto accaduto: «E’ grave, queste non possono nemmeno essere considerate bravate, perché è stata una fortuna che ci siano stati solo danni materiali e nessuno sia rimasto ferito, ma avrebbe potuto succedere. Queste cose non dovrebbero accadere. Fra l’altro era stata emanata l’ordinanza per evitare che ci fossero episodi di questo genere la notte di Capodanno. Era valida fino al 6 gennaio. E a Capodanno in effetti la notte è stata sostanzialmente tranquilla. Sto valutando di emanare un’altra ordinanza per estendere quel divieto per tutto l’arco dell’anno. Certo non basta un divieto perché fatto spiacevoli non si verifichino, ma sarebbe comunque un deterrente e la violazione dell’ordinanza comporterebbe sanzioni per gli autori, oltre a quelle previste dalla legge naturalmente. Ora attendiamo l’esito delle indagini sperando di sapere chi ha compiuto questi atti. Le immagini delle telecamere dovrebbero aiutare le forze dell’ordine».

Nuotare in una grande laguna affacciata sulle colline del Roero. E’ l’esperienza che offre la piscina estiva di Montà, che dallo scorso anno si è arri...
Nuotare in una grande laguna affacciata sulle colline del Roero. E’ l’esperienza che offre la piscina estiva di Montà, che dallo scorso anno si è arri...
X