ROERO OVESTCeresole d'AlbaROERODal Comune

Il sindaco di Ceresole d’Alba ordina: “Risparmiate acqua, potrebbe mancare”

Ordinanza preventiva vieta di attingere alla potabile per ogni uso non necessario

CERESOLE D’ALBA – Ancora una volta è stato tra i primi il sindaco Franco Olocco a emettere, a estate appena iniziata, un’ordinanza preventiva rispetto a una malaugurata crisi idrica a Ceresole d’Alba. Il massimo responsabile in Comune ha deciso anche quest’anno d’imporre una «razionalizzazione dei consumi di acqua potabile», vietandone il ricorso «per scopi diversi da quelli alimentari e igienici» – scrive. L’ordinanza raccomanda un utilizzo «estremamente accorto» di questa risorsa, di cui spesso ci si dimentica quanto sia preziosa e limitata. Stop, quindi, al lavaggio delle automobili ma anche di cortili e piazzali, come alle innaffiature, attingendo dalla rete pubblica, di orti e giardini. Il sindaco concede possibilità di deroghe ma solo «per improrogabili necessità», una volta accertato, però, che non ci siano altre soluzioni per evitare «il danneggiarsi irreparabile di un bene». Chi dovesse essere colto sul fatto a violare l’ordinanza rischia una multa da un minimo di 25 a un massimo di 500mila euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button