Dal CuneeseAttualità

Il Presidente nazionale della piccola industria a Cuneo per la tavola rotonda sul tema dell’energia

 All’incontro, in programma mercoledì 11 gennaio alle 18 nella sede di via Bersezio, parteciperà Giovanni Baroni: grande rilevanza per il tema al centro del confronto, tra timori da scongiurare e priorità da affrontare

Quasi per antonomasia, l’inizio dell’anno è tempo di buoni propositi e di previsioni per i mesi a venire, ma per chi fa impresa il cambio di calendario è anche e soprattutto un momento opportuno per ragionare su quali siano le priorità da affrontare nel futuro prossimo.

Come già l’anno passato, per il 2023 la questione dell’energia si candida ad essere quella centrale. Il deflagrare della crisi tra Ucraina e Russia ha amplificato ed esasperato le difficoltà che si erano manifestate nell’immediato dopo-pandemia con l’aumento vertiginoso del costo delle materie prime, tra cui l’energia ha sicuramente avuto un ruolo primario.

Si attende un 2023 ancora caratterizzato da forti incertezze sia per quanto riguarda la sicurezza degli approvvigionamenti, sia per il progressivo esaurirsi delle risorse a disposizione degli organi competenti per far fronte agli alti livelli di prezzo che si manifesteranno ancora per diverso tempo.

All’interno di questo contesto articolato e interconnesso è difficile pensare di determinare le sorti della partita, ma è fondamentale non farsi trovare impreparati dai possibili scenari futuri. Proprio per questo motivo il Comitato Piccola Industria di Confindustria Cuneo, insieme a Confindustria Piemonte, ha organizzato l’incontro, focalizzato su importanti testimonianze delle imprese associate della Piccola Industria, in programma mercoledì 11 gennaio alle ore 18, in Sala Michele Ferrero (via Vittorio Bersezio 9, Cuneo).

Il titolo del convegno, “Energia: il grande tema per la piccola industria”, mette in chiaro fin da subito quale sia l’importanza dell’argomento al centro confronto. Focus su cui interverrà anche il presidente nazionale della Piccola Industria di Confindustria, Giovanni Baroni, a cui sono affidate le conclusioni dell’incontro, per tracciare un bilancio di quanto emerso durante i lavori e  condividere la posizione del Comitato nazionale della Piccola Industria di Confindustria su un tema che tanto incide sul futuro del mondo imprenditoriale italiano.

Dopo i saluti istituzionali da parte di Mauro Gola, presidente di Confindustria Cuneo e Camera di Commercio di Cuneo, Alberto Biraghi, presidente del Comitato Piccola Industria Confindustria Piemonte e del Comitato Piccola Industria Confindustria Cuneo, Luca Robaldo, presidente della Provincia di Cuneo e Sindaco Città di Mondovì, e Patrizia Manassero, Sindaco della Città di Cuneo, toccherà al direttore di Confindustria Cuneo, Giuliana Cirio, introdurre i lavori che entreranno nel vivo grazie alla tavola rotonda coordinata da Andrea Corniolo, Responsabile Servizio Sicurezza, Ambiente ed Energia, Confindustria Cuneo. A raccontare la propria esperienza aziendale sul tema e a portare un proficuo contributo alla discussione saranno Marco Costamagna di MTM Hydro Srl. Lorenzo Gallo di GreenHas Italia Spa, Roberto Meo Colombo di Technofabric Spa e Riccardo Preve di Preve Costruzioni Spa.

 

Vista la rilevanza dei temi trattati, l’invito al convegno, gratuito e pensato per la partecipazione delle aziende associate della Piccola Industria, è rivolto anche a tutti i giornalisti piemontesi. Per adesioni: www.confindustriacuneo.it/calendario.

 

 

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button