CHERASCOScuola

Il Pedibus di Cherasco compie 6 anni e si estende in frazione Bricco

Si era partiti in pochi genitori timidamente nel maggio 2016. Ancora ricordiamo quando, entusiasti e carichi di fiducia, noi, genitori di Roreto, abbiamo chiesto il permesso al Comune di partire con questo servizio su cui nessuno allora avrebbe puntato o scommesso. Ricordiamo le ricognizioni, le misurazioni a piedi della distanza tra le possibili fermate e la scuola, la valutazione delle fermate, tutto da parte di noi volontari che abbiamo chiesto informazioni al Comune di Bra dove il servizio funzionava già da anni. Il lavoro preparatorio era stato lungo e quasi viene da sorridere pensando alla meticolosità con cui l’avevamo pianificato, in fondo si trattava di fare due passi per andare a scuola.

Ritornano alla mente le campagne svolte durante le pagelle, gli incontri delle classi per raccogliere i volontari, le riunioni a casa, in chiesa, ovunque ci fosse uno spazio per conciliare le esigenze di tutti i volontari… e poi eccola la prima settimana del Pedibus. E che belli e sorridenti erano i bambini! I loro volti ci ripagavano di tutta la fatica e credevano orgogliosi: avevamo creato ben due linee e organizzato i turni dei volontari. Negli anni le sfide sono state tante e le iniziative molteplici: il concorso “Disegna l’insegna” che ci ha portato a creare i cartelli delle fermate creati dagli stessi bambini, le settimane promozionali del Pedibus, la raccolta e conta dei tagliandi-presenza delle varie classi per poi fare da tramite con il Comune che assegnava un premio alla vincitrice. L’orgoglio di veder partire il servizio anche nel Capoluogo l’anno scolastico successivo (2017/18) dopo vari incontri con i genitori di Cherasco, e nell’ultimo anno anche la partenza del servizio in frazione di Bricco ci ha reso fieri.

A volte non è stato facile. La pandemia sembrava avere messo uno stop a tutto, ma nell’autunno del 2020 siamo comunque ripartiti, sostituendo i tagliandi con i fogli-presenza, la tracciabilità, l’iscrizione on line (con le volontarie poco informatiche che impazzivano a costruire i moduli Google e a contare le presenze con fogli excel) reinventando il Pedibus e le sue regole pur di non mollare. Siamo ripartiti con pochi bimbi. Anche qui infinite riunioni on line e udienze chieste al Comune pur di farcela, e il servizio è ripreso. Abbiamo addirittura autoprodotto un video che narrava cosa è il Pedibus per noi. Oggi a due anni dall’inizio della pandemia siamo ancora qui, non una ma ben due frazioni più il Capoluogo, con le nostre forze, non abbiamo mollato. https://pedibuscherasco.wordpress.com/ email piedibus.roreto@hotmail.com

Comitato genitori Pedibus Cherasco

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button