More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Il Movicentro a Bra diventerà una “Vetrina del Roero”

    spot_imgspot_img

    BRA

    – Una “vetrina del Roero”. Questo dovrà diventare il Movicentro secondo gli intenti finalmente definiti dal Comune di Bra. Lo stesso Comune ha in comodato dalla proprietà, le Fs dell’adiacente stazione dei treni, la struttura di piazza Caduti di Nassiriya e spera di ottenere dalla Regione Piemonte i soldi necessari a «rifunzionalizzarla». Il neologismo in questo caso significa dare utilità stabile a una costruzione pubblica da ormai 15 anni in attesa. Progettata per favorire lo scambio gomma-rotaia del trasporto pubblico locale, ha mai svolto tale funzione e dovrà essere adattata a quella ora pre­vista nell’ambito delle Sue, Stra­tegie urbane d’area.

    L’importo stimato necessario è salito a 760mila euro. Soldi che Bra ambisce a ottenere da Torino nell’ambito dei piani di sviluppo territoriale e locale. Il nostro concerne l’aggregazione 4 comprendente anche Sanfrè, Sommariva del Bosco, Caramagna Piemonte e Racconigi. I circa 700 metri quadri di cemento, vetro e metallo su due piani del Movicentro, costato a suo tempo oltre 3 milioni di euro e solo sporadicamente cornice di manifestazioni, e­sposizioni e convegni, dovrebbero adattarsi a servire «incontro e promozione delle ec­cel­len­ze del Braidese». Così scrive il Municipio nella determina di nomina a responsabile del pro­getto dell’ing. Enrico Tallone dei Lavori Pubblici. La pratica passa in eredità alla prossima Amministrazione civica, che si spera potrà concretizzarla effettuando i lavori e mettendo in uso infine l’ennesimo contenitore/valorizzatore di prodotti tipici.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio