Dal CuneeseAttualità

Il manifesto delle Acli per le prossime elezioni del 25 settembre

Le Acli provinciali di Cuneo sottoscrivono e rilanciano convintamente il manifesto elaborato dalla sede nazionale Acli nell’ambito della campagna elettorale in vista delle elezioni del 25 settembre, come invito pressante ai cittadini ad andare a votare in modo consapevole, per dare un futuro al nostro Paese.
Il testo elaborato dalle Acli nazionali ha per titolo: “Il Paese della dignità – l’Italia che vogliamo essere”, e riassume le proposte dell’associazione per cercare di far emergere quella dignità, spesso negata in tante situazioni, che esiste già nel lavoro, nei desideri e negli sforzi di tanti.
Le Acli non sono un partito, ma stando in mezzo alla gente “fanno politica”, nel senso che si assumono le proprie responsabilità e si impegnano per costruire un futuro degno e giusto per la “polis”, intesa come società democratica formata da cittadini consapevoli dei loro diritti e doveri. Per questo le Acli sono un’associazione pluralista, perché vivendo e operando tra la gente, ne colgono i bisogni, le urgenze e cercano di dare il loro contributo per il bene comune.
Come associazione presente in modo capillare nella realtà sociale, particolarmente in questo momento storico, percepiscono il malessere crescente e l’emergere di tante conflittualità sociali: per questo l’invito alla responsabilità è per le Acli quanto mai pressante, affinché vengano superati i conflitti interni che, dopo la caduta del Governo Draghi e il ritorno anticipato al voto, rischiano di allontanare sempre di più i cittadini dalla politica e di far perdere loro la fiducia nelle istituzioni democratiche, alimentando il fenomeno dell’astensionismo. I partiti devono fare la loro parte e pensare ai veri problemi che toccano la vita del Paese e il destino del pianeta, partendo dalle persone e dalle situazioni più colpite.
Le Acli provinciali di Cuneo invitano i propri circoli e le sedi zonali a promuovere dei momenti di dibattito sui temi più vicini alle tante necessità sociali, ambientali e internazionali che stiamo vivendo, per favorire la partecipazione e il confronto democratico e promuovere l’indispensabile assunzione di responsabilità che i tempi richiedono da parte di tutti.
Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com