ALBAAttualità

Il Greenwashing è il tema del premio Aica 2022, sabato 19 novembre ad Alba

ALBA –  Il Premio AICA 2022, l’unico riconoscimento per realtà e protagonisti che si distinguono nel campo della comunicazione ambientale, ha ufficialmente svelato i nomi dei finalisti di ciascuna categoria. La cerimonia di premiazione si svolgerà sabato 19 novembre alle ore 16.00 presso la Sala Riolfo, via Vittorio Emanuele, ad Alba. A seguire, si terrà la presentazione dell’agenda Greenplanner 2023 e l’aperitivo offerto da AICA. Inoltre, sarà offerto a ciascun partecipante un biglietto gratuito per l’ingresso ai padiglioni della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba.

La categoria tematica di questa edizione è “Svelare il Greenwashing”. Questo fenomeno, purtroppo largamente diffuso, genera un’informazione fuorviante e parziale impedendo spesso uno stile di vita sostenibile consapevole. Il Premio AICA, pertanto, intende riconoscere l’efficacia di figure e campagne che mirano a togliere la “vernice verde” sull’ambientalismo di facciata. I tre candidati sono:

  • Campagna Abiti Puliti: la coalizione nazionale della Clean Clothes Campaign, per il suo impegno nell’accendere una luce su un’industria fortemente impattante e svilente per i lavoratori come quella tessile.
  • Cristina Cotorobai – Cotoncri: green influencer che racconta con chiarezza e senza giri di parole le ipocrisie di aziende e del loro ambientalismo di facciata.
  • “Stranger Green”, campagna di Greenpeace Italia con l’ambizione di contrastare l’attuale narrativa mainstream sui cambiamenti climatici, sviluppando e promuovendo una contro-narrativa basata sull’urgenza e sulla necessità di contrastarli.

La seconda categoria è il Premio Comunicare i Cambiamenti Climatici, e anche in questo caso il Comitato Scientifico e i soci dell’associazione hanno selezionato una terna di candidati:

  • Scott Duncan, meteorologo scozzese, crea mappe e grafici per mostrare gli effetti del cambiamento climatico. La sua pagina Instagram conta oltre 42k follower, ed è interamente dedicata alla comunicazione ambientale.
  • Roberto Mezzalama: Ingegnere ambientale, collabora con l’Università di Harvard e membro del consiglio di amministrazione del Politecnico di Torino, autore del libro “Il clima che cambia l’Italia”.
  • Outrage+Optimism: podcast a cura di Christiana Figueres, Tom Rivett-Carnac e Paul Dickinson, personalità chiave del percorso che ha portato all’Accordo di Parigi. In ogni puntata sottolineano con ottimismo che non tutto è perduto.

Infine, l’ultima categoria è il premio alla carriera i cui tre finalisti sono:

  • Dr. Nozman: youtuber francese, appassionato di tecnologie e scienza, del funzionamento di ciò che ci sta intorno. Il suo impegno è raccontare tutto questo con parole semplici, ogni giorno, dal suo canale Youtube.
  • Walter Ganapini: ambientalista, docente e ricercatore, cofondatore di Legambiente ed ex presidente di Greenpeace Italia.
  • Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua: realtà informale che inizia le sue attività a livello nazionale oltre quindici anni fa, che hanno condotto alla netta vittoria dei “Sì” del referendum abrogativo relativo all’Acqua Bene Comune.

Per partecipare gratuitamente all’evento, è sufficiente registrarsi qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-premio-aica-2022-461695171687

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button