More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Il Giro d’Italia festa popolare “che non peserà sui braidesi”

    spot_img

    BRA – Una grande festa che metterà in risalto Bra sui media il prossimo giovedì 18 maggio, quando dalla nostra città partirà una tappa del 106° Giro ciclistico d’Italia. Una festa che non presenterà il conto ai contribuenti braidesi: lo dichiara il sindaco Gianni Fogliato. «Grazie a sponsor, Enti superiori e Fondazioni bancarie, siamo già riusciti a coprire quasi del tutto le spese; se anche solo parzialmente due risposte che ancora attendiamo saranno positive, avremo centrato completamente l’obiettivo» – assicura Fogliato.

     

    Dal comunque notevole investimento pubblico (privati a parte, paga centinaia di migliaia di euro la Regione Piemonte) Bra attende un volano d’immagine in ottica turistica e di promozione del territorio e dei suoi prodotti. Non ultime proprio le biciclette di cui la provincia di Cuneo è grande esportatrice. Confartigianato conta quasi 40 stabilimenti addetti con 1.100 lavoratori tra fissi e stagionali per oltre 2 milioni di pezzi assemblati all’anno, il 70% del totale nazionale. Per celebrare questa realtà, nel cortile di Palazzo Garrone in piazza Caduti per la libertà una delle attrattive a corollario della “cor­sa rosa” sarà un’esposizione dedicata. Annunciati presenti tra gli altri due marchi locali: Cicli Gagliardini di Alba e Idea Bici di Cherasco. Fogliato invita «tutta la città coinvolta perfino con commozione» a vivere con gioia e consapevolezza l’«occasione importante di valorizzazione». La partenza da piazza Caduti sarà alle ore 12.30; mercoledì dalle 21 spettacolo introduttivo della Carovana del Giro in piazza Carlo Alberto.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio