CiclismoDal CuneeseSPORT

Il Giro d’Italia arriva in Granda: oggi è il giorno della Sanremo Cuneo

Il grande giorno è arrivato oggi, venerdì 20 maggio, la manifestazione ciclistica, giunta alla 105ª edizione, farà tappa anche in provincia di Cuneo.

Lunga 150 km, con un dislivello di 1450 m, la tappa partirà da Sanremo e proseguirà lungo tutto il litorale sino a Imperia, per poi spostarsi nell’entroterra lungo la SS28, sino a Pieve di Teco, Nava e si concluderà a Cuneo.

Riusciranno i velocisti ad essere i grandi protagonisti della Tredicesima tappa del Giro d’Italia 2022? I 150 chilometri da Sanremo Cuneo, infatti, strizza l’occhio alle ruote veloci rimaste in gruppo, ma una salita nella prima parte di tappa potrebbe rendere le cose più dure del previsto per loro. Le varie squadre dovranno essere brave a gestire la corsa, mentre gli uomini di classifica saranno attenti a non sprecare energie inutili in vista dell’impegnativo week-end che li attende tra Piemonte e Valle d’Aosta. Una frazione che abbraccia due delle città che hanno fatto la storia del ciclismo italiano: la città della Classicissima e quella della partenza della tappa più epica della storia della Corsa Rosa, la Cuneo – Pinerolo del 1949.

Nella prima parte di gara la corsa ripercorrerà in senso inverso il finale della Classicissima di Primavera, anche se rimanendo sempre sull’Aurelia taglia fuori Poggio e Cipressa. Dopo il passaggio da Imperia la corsa si immetterà nel percorso affrontato dalla Milano-Sanremo 2020, quando si corse in agosto, evitando buona parte del litorale ligure; anche in questo caso, chiaramente, in senso inverso. Al chilometro 43,7 i corridori incontreranno il primo traguardo volante di Pieve di Teco. Da qui la strada comincerà a salire verso il GPM del Colle di Nava.

Da questo versante la salita si presenta come molto impegnativa e lunga: misura, infatti, oltre 10 chilometri, con una pendenza media del 6,6%, ma con punte massime al 10%. Arrivato in cima, il gruppo si troverà nella provincia di Cuneo. Gli oltre quaranta chilometri successivi vedranno la corsa scendere dolcemente fino a Ceva: questa strada a favore potrebbe facilitare il rientro di qualche corridore andato in difficoltà in salita, ma qualche squadra potrebbe tenere il ritmo alto. Da Ceva poi i corridori si dirigeranno verso San Michele di Mondovì, dove al chilometro 112 è posto il secondo traguardo di giornata.

Da qui sarà un veloce avvicinamento al traguardo di Cuneo, con la strada che, però, nei chilometri finali tenderà quasi sempre a salire, seppur con pendenze impercettibili. Caratteristica che sarà comune anche al tracciato che negli ultimi tre chilometri condurrà fino al traguardo posto in Corso Nizza. L’ultima difficoltà planimetrica arriverà ad un chilometro e mezzo dalla conclusione, quando il gruppo affronterà una rotonda che costringerà i corridori ad una brusca svolta. Da qui il gruppo si troverà davanti ad un lungo rettilineo, con anche l’attraversamento di Piazza Galimberti prima del triangolo rosso: questo finale non sarà comunque di facile interpretazione, con gli sprinter che dovranno stare attenti a non partire troppo presto, ingannati anche dalla vista dello striscione dell’arrivo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com