ALBABRAAttualità

Il diario del 2022 – Novembre: bagno di folla per Papa Francesco in visita ad Asti

Covid: dopo la decisione del Governo riammessi al lavoro 15 sanitari no vax, ma non si sa dove saranno collocati, visto che non possono restare a contatto con i pazienti. Se la pandemia rallenta, inizia a preoccupare la sindrome influenzale, rimasta al palo negli ultimi due anni, grazie alle mascherine.

La Fiera del Tartufo prosegue con successo per tutto il mese. Non calano i prezzi delle Trifole ed anche all’Asta si raggiungono prezzi record. Dall’incanto raccolti 604mila euro che saranno distribuiti in beneficenza.

Sul fronte gastronomico, Alba e il territorio confermano quasi tutte le stelle Michelin. Enrico Crippa (Piazza Duomo) ancora tre stelle, alle quali se ne aggiunge una quarta per la sostenibilità.

Ad Alba risultati confortanti dalla raccolta differenziata. In un anno mille tonnellate in meno di rifiuti in discarica, ma emerge il problema dei sacchi non conformi abbandonati sul territorio. In Consiglio arrivano le dimissioni di Rosanna Martini.

Cronaca: Valerio Pesce, tabaccaio in piazza Cristo Re, viene ucciso dal padre, dopo una discussione.

Un’onda arancione di 500 ragazzi invade Alba per sensibilizzare sul tema della violenza sulle donne.

Crisi energetica: in ottobre calano del 10% i consumi, ma il mese appena concluso è stato decisamente caldo ed ha consentito di mantenere i termosifoni spenti. Intanto divampano le polemiche per l’accensione delle luminarie natalizie, arrivata già ad inizio novembre.

Politica: Luca Robaldo è eletto nuovo presidente della Provincia di Cuneo, succede a Federico Borgna.

Si inizia a programmare Collisioni 2023. Il primo ospite annunciato è Checco Zalone.

Dopo innumerevoli panchine giganti, ad Alba arriva il Banco Gigante. È stato collocato sulla collina dell’Ampelion in occasione della festa per i 141+1 anni della Scuola Enologica.

Ad Asti arriva Papa Francesco, ma Alba è tagliata fuori dalla visita privata del pontefice e beve soltanto vini monferrini.  Rimanendo in tema religioso, parte la causa di beatificazione per un giovane di Canale, Fabrizio Boero, morto nel 1992 all’età di 19 anni per un incidente automobilistico.

Storico debutto per una squadra di basket femminile senior. La Twin Town Lrb scende in campo per la “prima” in serie C e conquista i primi due punti.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button