dal PiemonteAttualità

Il Consiglio regionale ha celebrato la prima giornata del valore alpino

Lo scorso 28 giugno 2022 il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato la legge che istituisce la “Giornata del Valore Alpino”, che si celebrerà ogni anno il 16 gennaio. Proprio al significato del Valore alpino il Consiglio regionale ha voluto dedicare una seduta d’aula speciale, alla presenza del Comandante della Brigata Alpina Taurinense Generale di Brigata Nicola Piasente, del vicepresidente Associazione Nazionale Alpini, Gian Mario Gervasoni, dei consiglieri nazionali del Consiglio direttivo ANA e delle sezioni piemontesi ANA accompagnate dai loro vessilli. Presenti in aula anche Elena Cappai dirigente tecnico del MIUR e Giuliana Giai, componente del Comitato consultivo del centro Gianni Oberto

“Quella piemontese ha sottolineato il presidente del Consiglio Stefano Allasia, sarà una giornata non solo celebrativa ma di iniziative concrete per diffondere i valori del Corpo degli Alpini, che verranno realizzate con il supporto della Regione Piemonte e dell’Associazione Nazionale Alpini, e grazie alla partecipazione volontaria di enti e associazioni locali. Gli Alpini, con la loro storia, hanno molto da raccontare, soprattutto ai più giovani. Oggi – conclude Allasia – abbiamo  l’occasione per parlare di valori di cui abbiamo, per fortuna, ancora diversi testimoni diventati nel tempo vero e proprio patrimonio storico, esempio del senso di dovere, sacrificio, onore, fedeltà, famiglia e rispetto dell’altro. Far parte di questa cultura unica e straordinaria ci inorgoglisce”.

Nel portare il saluto della Regione Piemonte, l’assessore ai rapporti con il Consiglio Maurizio Marrone, ha espresso la  gratitudine delle istituzioni per il contributo che il corpo degli Alpini offre quotidianamente al Paese sia durante i conflitti mondiali come quello attuale che durante le missioni di Pace. Non meno importante è il loro contributo durante le emergenze, basti pensare quanto fatto  durante l’emergenza Covid”

Davide Nicco  – primo firmatario della legge regionale “ lo scopo della legge è duplice, diffondere e tramandare il valore alpino come spirito di servizio, senso del dovere e solidarietà, valori non solo militari ma civili. Desideriamo inoltre valorizzare tutti quei simboli storici e luoghi della memoria, patrimonio non abbastanza al centro dell’attenzione delle istituzioni pubbliche.  A tal proposito la legge erogherà 100mila euro ogni anno destinati a sostenere i progetti delle sezioni e dei gruppi alpini Piemonte.

Sergio Chiamparino (Pd) “Sono passati dieci anni dall’adunata di Torino del 2011, momento che ha epicamente concluso la mia esperienza di sindaco. Una vera manifestazione di popolo. IL Copro degli alpini rappresenta appieno l’unità sostanziale della Patria e del paese e riflette lo spirito della nostra Costituzione, nata dalla Resistenza che ripudia la guerra come strumento di offesa dei popoli”.

Paolo Bongioanni (FdI)  “Una giornata giusta e doverosa quella che celebriamo oggi, una giornata  con cui vogliamo testimoniare il grande valore storico e culturale che il corpo degli Alpini rappresenta. Senza contare le innumerevoli occasioni di emergenza in cui non si sono risparmiati nel dare il loro contributo.

Mauro Fava (FI) “Non possiamo che essere riconoscenti ad un corpo che con umiltà non si risparmia per sostenere la collettività. Gli alpini rappresentano dedizione e solidarietà, valori che loro più di tutti sanno tradurre in azioni concrete. Una giornata che ci auguriamo possa essere punto di riferimento delle comunità.

Alberto Preioni (Lega)  “Sarebbe sufficiente il silenzio per commemorare i caduti nella campagna di Russia. Quello degli alpini è un corpo straordinario perché parla di doveri e non solo di diritti.

Valter Marin (Lega) “rispetto delle regole, altruismo sono questi i valori che il corpo degli alpini incarna.  Gli alpini sono una colonna fondamentali, sia nelle situazioni emergenziali che durante i grandi eventi, penso alle Olimpiadi 2006.

Andrea Cane (Lega) “I raduni degli alpini animano le strade anche dei piccoli comuni del Piemonte e delle nostre montagne, gli alpini sono in grado di coinvolgere i territori perché hanno una marcia in più, il sorriso, l’intraprendenza.  La giornata regionale sul valore alpino non è solo una conquista ma una conferma del riconoscimento che ogni cittadino prova”.

Maurizio Marello (Pd) “Essere presenti laddove c’è bisogno di esserci, nelle calamità, nella vita quotidiana vuol dire contribuire ad accrescere il senso civico di un paese democratico. Tre sono i valori distintivi degli alpini: la storia, la costante aspirazione al valore della pace e la socialità.

Gianluca Gavazza (Lega) “Può sembrare superfluo parlare di valori, ma non lo è mai perché sono il nutrimento delle norme che regolano il vivere civile e questo gli Alpini lo sanno bene.

Federico Perugini (Lega)”Un intervento doveroso quello di istituire una giornata dedicata al Valore alpino. Il volontariato è uno dei più grandi valori che appartiene agli alpini, colonna portante del sistema Paese.

Michele Mosca (Lega)  “Dal 1872 gli alpini  si sono distinti per spirito di servizio e senso del bene comune. Intendiamo contribuire a diffondere e organizzare iniziative che promuovano i valori e le tradizioni di un corpo storico, coinvolgendo soprattutto le giovani generazioni. Orgoglioso che la sezione alpini Biella abbia deciso di proporre la sua candidatura per il raduno nazionale.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button