More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Il Consiglio provinciale itinerante ha fatto tappa a Briga Alta

    spot_imgspot_img
    Giovedì 13 aprile alle 16 la riunione del Consiglio Provinciale non si è tenuta come di consueto presso la sala Giolitti del palazzo provinciale, ma presso il Municipio di Briga Alta, uno tra i più piccoli Comuni della provincia di Cuneo e anche d’Italia, il più meridionale della regione e anche il più lontano dal capoluogo provinciale, da cui dista 123 chilometri. “La scelta del piccolo paese dell’alto bacino del Tanaro, al confine con la Liguria – afferma al riguardo il Presidente della Provincia – acquisisce un forte valore emblematico, a rappresentare la vicinanza dell’ente provinciale a tutto il territorio di pertinenza, anche quello situato a maggiore distanza. Un analogo Consiglio Provinciale si era già tenuto ad Elva, e intendiamo proseguire con questa modalità itinerante fino alla fine della consiliatura, con altri appuntamenti che verranno organizzati nel prossimo futuro”.

     

    “Siamo stati molto felici – commenta il Sindaco di Briga Alta – di poter ospitare nella nostra rinnovata sede consiliare il Consiglio provinciale, e anche di poter assistere direttamente alla discussione degli argomenti all’ordine del giorno. Ci onora il fatto che sia stato scelto il nostro Comune e speriamo che si possa ripetere un’altra volta questa esperienza. L’amministrazione ringrazia il Presidente, i Consiglieri e tutti i collaboratori che hanno raggiunto il nostro paese e ci hanno fatto sentire molto meno soli”.
    Prima di raggiungere il Municipio di Briga Alta, i consiglieri hanno fatto tappa presso il Comune di Caprauna, dove hanno incontrato il Sindaco e la Giunta per discutere delle problematiche del territorio, in particolare quelle relative alla viabilità. “Mi ha fatto molto piacere – afferma il Sindaco – la visita del Presidente Robaldo, dei Consiglieri e dei Dirigenti della Provincia di Cuneo, perché è una cosa che non si vede tutti i giorni per un piccolo Comune come il nostro, anche a causa della distanza dal capoluogo. Ringrazio pertanto tutti coloro che sono giunti fin qui, anche per vedere con i loro occhi i segni ancora presenti delle alluvioni del 2016 e del 2021, e auspico di poterli ospitare ancora a Caprauna in futuro”.
    L’ordine del giorno del Consiglio itinerante tenutosi a Briga Alta prevedeva una variazione al bilancio di previsione per gli esercizi finanziari 2023/2025 e al Documento unico di programmazione (Dup) 2023/2025, cui ha fatto seguito la prima variazione al programma triennale dei Lavori pubblici 2023-2025 (elenco annuale 2023) e al programma biennale per l’acquisizione di forniture e servizi 2023-2024. Con deliberazioni successive sono state quindi approvate le modifiche al Piano faunistico venatorio provinciale con la revoca dell’Oasi di protezione (Oap) “Cortemilia” nel comune di Cortemilia e della Zona di ripopolamento e cattura (Zrc) “Valdivilla” nel comune di Santo Stefano Belbo, e la sostituzione di un componente della Commissione elettorale circondariale di Alba.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio