BRADal Comune

Il Consiglio comunale dice si a due progetti per l’ecologia

Con voto unanime approvati Lifeorchids e nuovo Patto dei sindaci

Con il voto favorevole di tutti i presenti della maggioranza di centrosinistra e dell’opposizione di centrodestra, il Consiglio comunale di Bra nella sua ultima seduta ha approvato l’adesione a Lifeorchids. Si tratta di un programma europeo promosso da Legambiente di cui aveva riferito questo giornale già nel novembre del 2020. Punta a salvaguardare l’habitat delle orchidee spontanee. In Piemonte ne sono state censite circa 55 specie, molte osservabili in Langhe e Roero e tutte più o meno considerate ad alto rischio di estinzione in conseguenza delle loro speciali esigenze biologiche. Si tratta di piante tanto straordinarie e ammirevoli per la grazia dei loro fiori, quanto delicate.

Bra ha scelto di impegnarsi in Lifeorchids tenendo conto che la divulgazione del progetto potrebbe portare a una maggiore attenzione della popolazione su questo fronte e quindi l’eventuale segnalazione della presenza di essenze di orchidee spontanee sul suo territorio. Altro provvedimento per la tutela dell’ambiente, approvato anch’esso all’unanimità in Consiglio, riguarda il rinnovo dell’adesione al Patto dei Sindaci per l’energia sostenibile e il clima, documento che oggi riunisce oltre 7mila enti e che Bra aveva già firmato nel 2021. Nel­la sua aggiornata formulazione il Patto si pone tre obiettivi fondamentali: riduzione delle emissioni in atmosfera di anidride carbonica in linea con l’obiettivo della neutralità climatica entro il 2050, incremento della capacità dei territori d’assorbire e stoccare Co2 (aree verdi, riduzione consumo di suolo, eccetera), il coinvolgimento di cittadini, imprese e Amministrazioni di qualsiasi livello per la trasformazione dei sistemi sociali ed economici. L’assessore all’Ambiente Daniele Demaria: «Grazie al lavoro degli uffici del Municipio, che colgo l’occasione di ringraziare, abbiamo ottenuto finanziamenti da un bando della Fondazione Crc per coprire totalmente i costi di redazione del nuovo Patto».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com