Dal CuneeseAttualità

Il “Caffè Alzheimer”, a fianco delle famiglie delle persone affette da demenza

DRONERO – Ascoltare, accogliere, coinvolgere le persone con demenza sono gli obiettivi dell’associazione “Caffè Alzheimer”, affiliata alle Acli, con sede a Dronero, presso la struttura “San Camillo De’ Lellis”, che apre le sue porte tutti i mercoledì dalle 15 alle 17, per accogliere le persone affette da demenza e i loro familiari.
Un servizio gratuito quello offerto dall’associazione, presieduta dal dottor Piero Zagnoni, di sostegno e supporto alle famiglie che si trovano a vivere un momento di difficoltà, alle prese con un caro affetto da demenza. Nelle due ore di apertura si offrono attività di stimolazione cognitiva per le persone con demenza, coordinate dalla neuropsicologa Irene Artusio, mentre in una stanza attigua si riuniscono i familiari con la psicoterapeuta Michela Re, per discutere delle difficoltà che incontrano nella cura, per comprendere come affrontarle e per scambiare le proprie esperienze.
Tra le attività che promuove l’associazione, con lo scopo di prevenire la demenza senile, c’è “La scòla di grand” (attività di potenziamento cognitivo destinata a tutti gli over 60, una vera e propria ginnastica per il cervello) e lo screening delle funzioni cognitive “La tua memoria come sta?”, per ora nelle farmacie di Dronero, Roccabruna, Villar San Costanzo e Busca.
Per partecipare alle attività sono richieste la tessera Acli e il super green pass. Per informazioni, per partecipare come volontario e per prenotazioni contattare la dottoressa Michela Re al 333.7916792.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button