Il borsino del “Bianco d’Alba”: parte da 200 euro all’etto

ALBA – Tuber Magnatum Pico per i latini, il re del tartufo per molti: il tartufo bianco è la punta di diamante tra le varie specie del pregiato fungo, per il quale il mercato e grandi chef spesso sono disposti a pagare cifre elevatissime. Nel primo giorno di commercializzazione lo abbiamo trovato in Via Maestra ad Alba; il suo prezzo si assesta intorno ai 200 Euro all’etto.

La sua quotazione varia di anno in anno, a volte anche in maniera pesante e generalmente il suo prezzo dipende da tre fattori fondamentali:

  • Ambientali: strettamente collegati con il territorio in cui cresce questo pregiato fungo.
  • Stagionali: si ricollegano alle variazioni climatiche che vanno ad incidere sulla crescita del tartufo bianco.
  • Di mercato: il prezzo del tartufo è unito a doppio filo con il livello di domanda del prodotto.

E’ la combinazione di questi 3 elementi che determinerà il mercato e, anno per anno, il prezzo del tartufo bianco.

X